NOROI (The Curse)

Girato e pensato come se fosse un documentario Noroi (The Curse) è il film capolavoro del regista Kōji Shiraishi. La vicenda narra l’indagine del reporter esperto di occulto Masafumi Kobayashi su una serie di morti ed eventi sospetti che sembrano essere collegati tra di loro. Il film è forse uno dei pochi horror che riesce realmente a disturbare lo spettatore avendo nel realismo il suo punto di forza. Infatti quello che fa più impressione è proprio l’atmosfera rarefatta della tetra quotidianità: non ci troviamo davanti a nulla che non possa succedere nella realtà. I richiami alla stregoneria , alla magia ed alle tradizioni locali rimangono misteriosi mentre l’elemento che scandisce l’intero film è un plumbeo alone di disperazione e
solitudine. Il grigiore della periferia di Tokyo ,che sembra pervasa da un male impenetrabile , fa da sfondo a suicidi, possessioni e comportamenti inspiegabili che regalano dei momenti di tensione memorabili anche in situazioni di calma apparente. Il regista è stato capace , con un montaggio perfetto, a tenere alta la souspance per tutte le due ore del film che può essere considerato ,senza ombra di dubbio , uno dei migliori horror di sempre.

Noiroi , inoltre , riesce dove il più famoso film-documentario ‘The Blair Witch Project’ aveva fallito: un finale originale e razionale che lascia sorpresi e che non appesantisce la storia con elementi eccessivamente sovrannaturali. L’orrore quotidiano , le insicurezze del nostro tempo, i fantasmi del passato , le leggende a cui nessuno crede più sapranno catturarvi nella loro macabra spirale di mistero, consigliato da vedere possibilmente da soli per godersi in toto i brividi che questa pellicola è capace di dare.

a cura di Ferenc Nàdasdy
Titolo: Noroi (The Curse)
Regia: Kōji Shiraishi
Genere: Horror
Anno: 2005
Durata: 115 min.
Nazione: Giappone
About Francesco Chiodometallico 11003 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà in ambito Metal / Rock, nell'organizzazione di eventi ed è anche speaker su Metal Maximum Radio. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"