FORGOTTEN HOPE – Promo Live Studio

I Forgotten Hope sono una band metal calabrese che propone un death metal a fortissime tinte gotiche, e che ricorda inevitabilmente Moonspell, Black Sabbath oltre a più di qualcosa dei Type o Negative. Si tratta soltanto di termini di paragone, ovviamente, che fornisco tanto per dare un riferimento a tutti coloro che non li conoscono e fossero interessati.

m8025876a895f03b14e6fe1Questa ultima influenza – la band del recentemente scomparso Peter Steele – si può ravvisare prevalentemente nel cantato di Angelo, ed in modo molto massiccio nell’ alternanza pulito/growling di “After… the void”, forse il pezzo migliore del promo. Gli stop improvvisi del brano – come le parti di chitarra distorta che si consuma in una solitudine quasi palpabile – permettono di cogliere la componente misantropica ed oscura della band, che soffre tuttavia di un effetto da “chitarra impastata” dovuto probabilmente anche alla registrazione in presa diretta. Un “particolare” che i più pignoli forse non sopporteranno, ma che altri – in particolare amanti di questo genere – non potranno fare a meno di apprezzare comunque.

Le influenze sono quelle citate, tuttavia “Echoes from silence” inizia con una parvenza thrash anni 80 per poi svilupparsi in un cantato molto espressivo, come avrebbero fatto (tanto per continuare l’abuso di citazioni) gli Arcturus. Il tocco personale è talmente evidente da possedere qualche sprazzo riconducibile anche al progressive, anche se si tratta soltanto di brevi accenni. Ho notato poi un tocco di dark di vecchia scuola che pervade, con espressività e tristezza, l’intero CD. Mi vengono in mente i mitici Jacula di Antonius Rex, che già nel 1969 facevano quello che – in forma embrionale – poi sarebbe stato pomposamente chiamato gothic metal. Ma i Forgotten Hope non sono assolutamente catalogabili in un genere, perchè in fondo è giusto che sia così: l’impatto dal vivo della band è davvero notevole, e spicca molto meno di quanto esprima il CD in questione. Le idee quindi ci sono, sono valide e sviluppate con originalità: attendiamo una registrazione di qualità migliore e – soprattutto – una tracklist più lunga.

Questo CD non è che un continuo alternarsi di chiaroscuri sonori, un’interfaccia musicale orientata prevalentemente verso il gothic ma che strizza l’occhio al mondo del death melodico e della musica “oscura” anni 80.Link: http://www.myspace.com/forgottenhopemetal

Chi fosse
interessato al CD può contattare la band via mail a questi indirizzi:

angelscream@hotmail.it

lakeaborted@hotmail.com

Salvatore "Capolooper" Capolupo

Ingegnere informatico per hobby, redattore di ferro (forse arrugginito, data l'età) di SDM. Ho creato il sito assieme al mio socio Francesco, e scriviamo di musica a 360°.

Leggi anche

Da non perdere x