CRYPTORSATAN/EARHEAD – Blasphemovs Pornoccvltvs

Ed ecco riapparire il progetto Cryptorsatan un’altra volta nel giro di veramente pochissimo tempo, parlo di giorni, al massimo settimane! 

Il prolifico ed eclettico musicista celato dietro al moniker, ricordo l’albanese Lord Ov Hell, stavolta pubblica uno split in compagnia dei turchi Earhead, di cui non sono riuscito a reperire alcuna notizia da nessuna parte, oltre alla loro nazionalità! 
La presenza dei Cryptosatan, nello split ‘Blasphemovs Pornoccvltvs’, è con soli due pezzi di breve durata, come il nostro ormai è abituato a presentarsi. 
Si parte con ‘Bleeding The Sky…Demons on my Cave’, composta solamente da voce e batteria. Praticamente un tempo molto cadenzato dove Lord Ov Hell canta con una voce sibilante e vagamente rauca da sembrare un demone che lancia minacce sotto voce. 
E si arriva al suo secondo ed ultimo pezzo con ‘Pornogoatslaying’, dove attaccano insieme voce e batteria.
La voce ancora più sibilante e la batteria con tempi veloci in quattro quarti in stile hardcore. 
Ma subito dopo parte una chitarra ronzante che getta riff per riempire il suono, seppur esso rimanga scarnissimo. 
Ovviamente la durata breve non lascia prendere in pieno le sensazioni che vorrebbe emanare il pezzo. 
Conclusa questa breve apparizione della one-man band si passa ai compagni di split, quindi i già citati Earhead. 
L’ascolto è risultato essere davvero allucinante, e molto allucinato! Già dal titolo del loro primo pezzo, ‘Jesus Sucks Satans Cock’, viene messo in chiaro il proprio ideale, ma dal punto di vista musicale, se di musica si può parlare, ci ritroviamo davanti un continuo fruscio cacofonico con una specie di voce, che mi prende a male anche definirla tale, urlante e talmente distorta da confondersi con il resto del frastuono. 
Meno male che dura pochissimo, per passare alla successiva ‘Satan is my Friend, Not a Fuckin’ Jewish!’, che segue lo stesso stile, con una resa simile ad una radio frusciante che non trova la frequenza; ma ascoltando con un’enorme attenzione, si potrebbero riuscire a distinguere alcuni momenti “batteristici”, purtroppo nascosti da questo rumore che deduco siano le chitarre! 
La voce è paragonabile ad un posseduto sotto esorcismo che urla disperato in lontananza, poiché c’è troppa confusione! 
‘I Hate’ praticamente è un proseguimento di questa cacofonia dalle trame di fondo “ragionate”. Se si presta molta attenzione durante l’ascolto, si capisce che qualcosa di base c’è, altrimenti vi assicuro che ascoltato così superficialmente ci si potrebbe sbagliare credendo che il cd sia rovinato e venga letto male dal lettore. Si cambia un pò con ‘And I am the Devil’, senza più cacofoniche situazioni, ma come se stessimo ascoltando un raggio laser in continua azione e per la prima volta sento qualcosa che somiglia ad uno strumento, ossia una batteria sintetizzata con alcune parti parlate molto demoniache, come un colloquio tra una persona depressa ed un demone. 
Poi vi lascio immaginare la situazione, quando in tutto ciò si unisce di fondo una musichetta da film thriller anni settanta. Un momento che non trovo le parole adatte per descriverlo! Segue ‘The Day That I Hanged Myself’, che non è un pezzo, ma più un ambientazione noise e sinistra che se l’ascolterete al buio vi regalerà un po’ di brividi sicuramente. 
Poco più di dieci minuti dove si sprigiona la malatissima verve degli Earhead. Si, se ci si fa dovuta attenzione, come fondo c’è un motivo lievemente suonato da strumenti sintetizzati, ma sono molto più rilevanti i lamenti soffocati alieni ed il suono come di una sveglia che segna questi minuti interminabili. 
Dopo l’inutile ‘I Am a Pedophile’, titolo schifoso e vergognoso, la band ritorna su i suoi passi blasfemi e dal “suono particolare” con ‘Jesus “The Sheen Fucker” Christ’ un pezzo che miscela alla lenta cupezza di certe situazioni noise, rumori tecnologici. 
Anche se non riesco a comprendere tutti i lavori dei Cryptorsatan, seguo questo artista perchè fa intravedere delle qualità, seppur minimali, e getta comunque delle idee nelle sue brevi composizioni, ma una band come questa che lo accompagna nello split preso in esame, non credo sia ad un livello adatto a Lord Ov Hell, ma più basso e dall’inutile ascolto! 
Sembra migliorare la situazione arrivati a ‘Tiger! Tiger!’, ma è solo una mera illusione iniziale, forse per il sentir delle voci normali, che comunque parlano con un fondo sonoro in stile ‘Residen Evil’, ma in realtà nulla di interessante. 
Altri poco più di nove minuti di interferenze radio distorte con qualche rumore laser presenti in ‘Heavenly Lies!’ e si giunge finalmente al termine con la conclusiva e lunga ‘And The World Will Burn Up in Flames’
Si celerà una sorta di concept dietro a tutto ciò? Non saprei dirvelo! 
Magari se ci si immerge nell’ascolto la band ha dei messaggi e delle sensazioni che vuole trasmettere, ma definire certe situazioni ‘musica‘ è veramente inopportuno! 
Da salvare solamente le due tracce presenti dei Cryptorsatan, seppur siano da suggerire ai feticisti del panorama super estremo e super underground!
a cura di Francesco ChiodoMetallico
Band: Cryptorsatan/Earhead
Titolo: Blasphemovs Pornoccvltvs
Anno: 2012
Etichetta: Nessuna
Genere: Hardcore/Noise/Ambient
Nazione: Albania/Turchia
Tracklist:

Cryptorsatan:
1- Bleeding the Sky….Demons on my Cave
2- Pornogoatslaying
Earhead:
3- Jesus Sucks Satan’s Cock
4- Satan is my Friend, Not a Fuckin’ Jewish
5- I Hate…
6- And I am the Devil
7- The Day that I Hanged Myself
8- I am a Pedophile
9- Jesus ”The Sheep Fucker” Christ
10- For Taxidermia
11- Tiger!, Tiger!
12- Heavenly lies
13- And the World Will Burn up in Flames

Lineup:
Cryptorsatan:
Lord Ov Hell – voce, batteria, chitarre, basso e sinth
Earhead:
-not available-
-Websites not available-

About Francesco Chiodometallico 10594 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà underground in ambito Metal / Rock e nell'organizzazione di eventi. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*