BLIND GUARDIAN – Beyond The Red Mirror

BLIND GUARDIAN – Beyond The Red Mirror

blind-guardian-beyond-the-red-mirror

‘Beyond The Red Mirror’ segna il ritorno alle origini della band. Pur essendo il decimo studio album,è decisamente legato al quinto lavoro ‘Imaginations From The Other Side’, in quanto si tratta di un concept bidimensionale raggiungibile attraverso l’immaginazione e riflesso sulle realtà. Concetto ben espresso dall’art cover, dal titolo stesso dell’album e ripreso dal sound sin dalla prima lunghissima traccia ‘The Ninth Wave’  caratterizzata da un’introduzione druidica e da una sezione ritmica possente e introspettiva.

Riffs più ruvidi e veloci aprono ‘Twilight Of The Gods’ dal refrain più orecchiabile. L’eterna lotta tra Dei e Umanità, è al centro del songwriting del brano che ha lanciato l’album. Voci sovrapposte, muri di cori  tipici del mood dei Blind Guardian e assoli veloci, compongono ‘Prophecies’ per poi passare a ‘At The Edge Of Time’ in cui le linee vocali sono più delicate. Essendo una lyric ballad, sono presenti effetti orchestrali e assoli melodici. Segue ‘Ashes Of Eternity’ dall’atmosfera più veloce e profonda. Le corde troneggiano grazie all’esecuzione heavy.

Un intro curioso ed epico è alla base di ‘Distant Memories’ che si sviluppa a mo’ di ballad sempre con l’aiuto degli effetti orchestrali e sinfonici giungendo, così, alla  fase finale in fade out. ‘The Holy Grail’ riscopre le atmosfere  tipiche della band .Le chitarre risultano più curate ed elaborate in perfetto stile powerfull. ‘The Throne’ segue la stessa scìa e cattura decisamente l’attenzione. La bella e versatile voce di Hansi rappresenta la sostanza di ‘Sacred Mind’, così come ‘Miracle Machine’, ballad sofferta che punta tutto sulle linee vocali accompagnate da un bel tappeto di piano.

A chiudere l’album è ‘Grand Parade’ ed è il caso di scrivere che lo fa in grande stile sostenuto da tutta l’orchestra alla quale è affidato il compito di esaltare e potenziare la traccia. ‘Beyond The Red Mirror’ è un album che lascia perplessi, basato sulla sperimentazione che unisce stili e arrangiamenti diversi, ma che sono tipici del sound della band tedesca.

A cura di Benedetta Kakko Delli Quadri

  • Band: Blind Guardian
  • Titolo: Beyond The Red Mirror
  • Anno: 2015
  • Genere: Prog/Power Metal
  • Etichetta: Nuclear Blast Records
  • Nazione: Germania

TrackList:

  1. The Ninth Wave
  2. Twilight Of The God
  3. Prophecies
  4. At The Edge Of Time
  5. Ashes Of Eternity
  6. Distant Memories
  7. The Holy Grail
  8. The Throne
  9. Sacred Mind
  10. Miracle Machine
  11. Grand Parade

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: