BATTLERAGE – True Metal Victory

Non è semplice scrivere una recensione per un album del genere, forse perché… troppo semplice! Mi spiego: una band che si chiama Battlerage, che per la Metal on Metal fa uscire un album intitolato ‘True Metal Victory’ con copertina tipo ‘demone circondato di teschi in una valle desertica con una alabarda infuocata’, non dà molto spazio alla fantasia. Heavy Metal ‘duro e puro’ al 100%, epici e grezzi come i Grave Digger dei bei tempi o i primi Manowar. Però questi cileni le cose le fanno davvero bene, quindi alla fine l’album non risulta vecchio o già sentito, ma anzi riesce ad entusiasmare e a farsi ascoltare con piacere.

L’album si apre con la strumentale e molto marziale “Battlepath” con dei bei riffoni che ci fanno subito capire il loro stile e le loro intenzioni bellicose, per poi andare subito all’assalto dell’ascoltatore con la galoppante “Return Of The Axeman”. Tra battaglie, sangue, ferro e metal, si arriva al brano “Black sunday (La Maschera del demonio)”, brano che fa un esplicito riferimento al film horror di Bava del 1960 sulla strega-vampira Asa (primo e famoso film di Bava, che ha dettato un pò le basi dell’horror-gotico italiano con argomenti tipo necrofilia, sessualità, il doppio femminile, ecc.). Fa un certo effetto sentire dei sample estratti direttamente dal film originale in italiano che, tra rintocchi di campane in un temporale recita: “Ma come ad un comando demoniaco, l’improvvisa furia degli elementi spense le fiamme del rogo purificatore. Uomini terrorizzati fuggirono lontano dal quel luogo maledetto e per tutta la notte risuonarono i rintocchi della campane a porre in fuga gli spiriti del male. L’ira ormai placata, permise che il corpo di Javutic fosse ricoperto dalla terra sconsacrata del cimitero degli assassini. Il corpo della strega, invece, fu sepolto nella cripta dei suoi avi.” (Spero di aver riportato correttamente tutto!)

Quindi parte un riffone NWOBHM molto Iron Maiden anni ’80 quando, dopo un break centrale, ancora un sample “Non sfuggirai ai miei artigli né a quelli di Satana” per ‘sparare’ un assolo degno di un guitar hero. In definitiva un bell’album di Heavy Metal senza fronzoli, di qualità, monolitico come una barra di acciaio! Metal, solo metal, metal e basta!

A cura di Iron Jo

  • Band: Battlerage
  • Titolo: True Metal Victory
  • Anno: 2011
  • Etichetta: Metal On Metal Records
  • Genere: Heavy Metal
  • Nazione: Cile

Tracklist:

  1. Battlepath (strumentale)
  2. Return Of The Axeman
  3. Blood On Iron
  4. Raw Metal
  5. Black Sunday (La Maschera Del Demonio)
  6. The Serpents Slumbers
  7. Stygia (strumentale)
  8. My Will Be Done
  9. Warlock’s Epitaph
About Francesco P. Russo 11348 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà in ambito Metal / Rock, nell'organizzazione di eventi ed è anche speaker su Metal Maximum Radio. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*