CREINIUM – Hallucinosis

Creinium_Hallucinosis_SUONI DISTORTI MAGAZINE

Lo scrigno del Death Metal finlandese regala una nuova gemma dal nome ‘Hallucinosis’, firmata Creinium. Con il particolare interesse nel trattare il tema della distopia, la band propone un genere Death tecnico e molto melodico subito espresso sin dalla prima traccia ‘Hallucinosis’, title track dall’intro lento e introspettivo affidato al piano, al quale si aggiunge un’intensa e oscura sezione ritmica.

Il synth apre il brano favorendo, così, l’entrata di ‘Seams’. Il tappeto delle tastiere resta ben fermo mentre le linee vocali si esprimono in growl. L’inserimento di elementi orchestrali caratterizzano ‘Astral Strain’, di base tecnica e ricca di cambi di tempo ben alternati. Tappeti di piano e archi modulati sospendono l’intro di ‘The Ophidian Heir’ destinata a evolversi in ritmiche decise e, a tratti, granitiche fino a lasciare spazio all’articolato assolo di chitarra. In ‘Vigilance’ trionfa la modernità senza allontanarsi dal genere, mentre dalle atmosfere più classiche e malinconiche è ‘Passage To An Altered Portrait’.

Tastiere e corde mantengono lo stesso mood per tutta la durata della traccia. Veloce e blastata è ‘Conscious Eclipse’ in cui particolare interesse è rivolto alla tecnica di esecuzione. Stesso interesse per ‘Solarbound Colony’, sostenuta da elementi sinfonici nonostante il sound più vicino al genere Black. Ottima prova per il Growl che risulta più profondo e intenso. ‘The Diminished Perception’ mantiene un andamento stabile,piuttosto prepotente e tipico del Death oscuro. Le orchestrazioni sostengono le corde che continuano a tessere, incessantemente, riffs veloci. Virtuosismi  epici completano le sezioni ritmiche estreme della successiva ‘Prometheus Through Immolation’.

‘Compulsive Transition’ è un Intro molto moderno che simula colpi lenti. Il Growl entra a mo’ di vento che si espande nella traccia per riversarlo in ‘God Monument’ nella quale patterns e tastiere sono protagoniste negli spazi lasciati dalle chitarre sempre intente a intensificare il tutto. Il risultato è un buon album, ben suonato, nel quale si incontrano caratteristiche differenti appartenenti al Progressive, al Dark, al Black e al Death con componenti melodiche, sinfoniche e ibride.

A cura di Benedetta Kakko Delli Quadri

  • Band: Creinium
  • Titolo: Hallucinosis
  • Anno: 2016
  • Genere: Hybrid/Progressive/Technical Death Metal
  • Etichetta: Inverse Records
  • Nazione: Finlandia

TrackList:

  1. Hallucinosis
  2. .Seams
  3. .Astral Strain
  4. .The Ophidian Heir
  5.  Vigilance
  6.  Passage To An Altered Portrait
  7.  Conscious Eclipse
  8. .Solarbound Colony
  9.  .The Diminished Perception
  10. . Prometheus Through Immolation
  11. . Compulsive Transition
  12. . God Monument
TicketOne.it: Biglietti per Concerti, Teatro, Musical, Sport e molto altro... Acquista ora online!