SOEN: Imperial

SOEN: Imperial

I SOEN hanno sempre portato avanti la loro battaglia per la libertà dell’animo umano affinchè si potesse dare la giusta importanza alle cose e alle persone che contano davvero nella vita. Lo fanno guardandosi intorno e raccontandolo attraverso il loro, ormai, ben definito e inimitabile songwriting. ‘Imperial’ è la quinta tappa di questo viaggio introspettivo alla ricerca della libertà sotto ogni punto di vista. Scritto e prodotto durante un periodo difficile, quello del Covid-19, risulta ancor più profondo grazie ai testi provocatori. La parola chiave  intorno alla quale ruotano le otto tracce di quest’album è “Unity”: unità personale di ogni individuo e unità sociale che,purtroppo,sono difficili da raggiungere. Ma il messaggio di speranza viene portato immediatamente dall’opener “Lumerian” che invita a far sentire la propria voce proprio quando ne viene impedita la possibilità. L’impedimento fa sì che il buio prenda il sopravvento ovunque lasciando che luce e amore abbandonino l’animo umano, come recita il testo di “Deceiver”.

Dunque un’unità che permetta di capire che mostrare compassione e gentilezza non rappresentano una debolezza proprio perché non vi è più una guida, una direzione per la società che sta creando generazioni giovani violente e distruttive in cui i bulli sono i re e i bullizzati sono le prede o meglio i fantasmi del nostro tempo (“Monarch”). Ecco perché la successiva “Illusion” è un inno alla lotta nella ricerca della speranza, un invito a scappare da ciò che mette con le spalle al muro e da ciò che fa diventare nemici di se stessi,causa della frustrazione del sentirsi senza potere di fare e dire nulla. In “Antagonist” il messaggio è esplicito in quanto allarga l’orizzonte sulla ricerca di ritrovare se stessi di fronte a un mondo sempre più connesso da social network, filtri, macchine che distorcono la realtà creando quell’illusione di essere superiori agli altri e di giudizio critico sempre più negativo sulla cui base operano distinzioni sociali ingiuste e pericolose. Si è sempre più accecati da idee politiche radicali per le quali si è pronti a scatenare guerre,ma la vita non è solo sopravvivere  per cui bisogna affrontare gli interrogativi insiti nell’animo, soprattutto quello che si concentra  sulla polarizzazione di un mondo in cui gli individui non vanno più d’accordo perchè occupati a schiacciare la propria stessa specie.

Dunque,rientra in gioco la parola chiave “unità”, il “tu ed io, noi” inteso come popolo unito che ha bisogno di recuperare la modestia (Modesty) troppo spesso rivale del compromesso al quale si fa sempre più ricorso. Perché senza modestia e senza unità è difficile sentire la speranza. E, allora, “Dissident” scuote ancora una volta le coscienze ricordando che esiste un fuoco che brucia dentro, necessario al risveglio collettivo affinchè ci si liberi da destini scritti da altri. Il sigillo finale è affidato a “Fortune”: un vero e proprio insegnamento di vita lasciato ai posteri, al “tu”, al “noi”, pregno di speranza, di fiducia, di incapricciarsi nello scegliere di pretendere un mondo migliore.

Tutto è perfettamente intrecciato, amalgamato, magnetico: il riffing è potente, le linee vocali impeccabili ed eleganti, il basso prorompente cavalca le pelli, il melodico addolcisce, gli assoli sono avvolgenti. E’ disarmante poichè non vi è nulla fuori posto. Penetra, commuove e devasta l’animo in profondità inducendo alla riflessione. “Imperial” è un album che rasenta la perfezione come, del resto, lo ha fatto anche il capitolo precedente “Lotus”.

Voto : 10/10

A cura di Benedetta K.

  • Band: Soen
  • Titolo: Imperial
  • Anno: 2021
  • Genere: Progressive Metal
  • Etichetta: Silver Lining Music
  • Nazione: Svezia

Track-list:

  1. Lumerian
  2. Deceiver
  3. Monarch
  4. Illusion
  5. Antagonist
  6. Modesty
  7. Dissident
  8. Fortune

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: