Secondo STING suonare in una band non è per adulti, è roba per adolescenti

Secondo STING suonare in una band non è per adulti, è roba per adolescenti

Sting, durante un’intervista per la testata Mojo, ha ipotizzato su cosa sarebbe potuto accadere se la sua carriera da solista fosse stata un fallimento, affermando che nell’eventualità non sarebbe mai tornato nei Police.

Nonostante il musicista abbia sottolineato la grande considerazione che prova per gli ex compagni di band Andy Summers e Stewart Copeland, sente che non avrebbe voluto tornare con loro se il suo debutto solista del 1985 ‘The Dream of the Blue Turtles’ fosse stato un flop.

A tal proposito, Sting ha spiegato: <<Non credo che nessun uomo adulto possa far parte di una band in realtà. Una band è roba per adolescenti. Chi vuole essere in una band di adolescenti quando stai toccando i 70 anni? Non ti permette di evolvere. Devi obbedire alle regole e alla gestalt della band stessa. Per quanto io ami i Rolling Stones e gli AC/DC, è difficile vedere una crescita nella loro musica. Per me, la band era semplicemente un veicolo per le canzoni e non il contrario.>>

Inoltre, l’ex Police ha aggiunto: <<sia Andy che Stewart avevano fatto album senza di me, quindi era anche un mio diritto fare lo stesso. Ho reclutato una band dal mondo del jazz, e sono stato fortunato che sia stato un successo. Non ho idea di cosa sarebbe accaduto se non lo fosse stato. Sarei tornato dalla band e avrei mangiato un’umile torta? Credo di no!>>

I Police si riunirono nel 2003 per la loro introduzione nella Rock & Roll Hall of Fame, poi intrapresero un tour finale quattro anni dopo. Escludendo ulteriori reunion, Sting ha osservato che la loro corsa ha avuto un enorme successo, ma non lo rifarebbe. Sarebbe un ponte troppo lontano. Ha insistito sul fatto che non si è pentito di quanto fatto con la sua ex band, ma che è stato difficile perché le lotte di potere erano ancora molto evidenti… <<ma ce l’abbiamo fatta e la gente l’ha adorata>>.

Sting ha detto che gli ex Police si sentono sempre per gli auguri di compleanno. Hanno vite separate ma con rapporti molto cordiali <<Sono molto grato a quei ragazzi per il loro immenso talento e la loro pazienza nei miei riguardi. Li amo!>>.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: