Scuola di musica: come scegliere quella più adatta a te

Scuola di musica: come scegliere quella più adatta a te

Se hai sempre avuto il pallino della musica e del canto e finalmente hai deciso di mettere alla prova il tuo potenziale, o semplicemente vuoi coltivare una passione, probabilmente starai pensando di frequentare un corso. A questo punto però ci pone la classica domanda su quale possa essere la scuola di musica più adatta alle proprie esigenze e aspettative.

Scuola di musica, come orientarsi nella scelta

Ci sono tantissime scuole di musica, sia pubbliche che private. Ovviamente. Un percorso nella scuola pubblica va iniziato fin dalla più giovane età, mediamente si parla di scuola secondaria di primo grado, dove si può scegliere quelle a indirizzo musicale. Un’opzione valida un po’ per tutti, invece, è quella di frequentare una scuola privata.

I vantaggi sono diversi, sia per quanto riguarda la possibilità di avere un programma personalizzato, sia per quanto riguarda la flessibilità degli orari. In una scuola di musica provata, infatti, è molto più facile poter scegliere percorsi individuali o di piccoli gruppi, possibilità che consente quindi di poter frequentare nell’orario più adatto alle proprie esigenze.

In particolare, questo tipo di scuola è adatta a persone adulte, anche a principiante, che non hanno mai preso in mano uno strumento musicale o che non hanno mai emesso una nota col proprio apparato fonatorio.

Ma non solo, perché anche i bambini, in special modo quelli più piccoli, possono apprendere la musica, teoria e strumento, giocando e senza sentirsi in competizione o sotto pressione, ma solo per amore verso quella che può essere una semplice passione o diventare un lavoro.

Cosa si deve valutare

Come dicevamo, ci sono diverse scuole di musica e la scelta non sempre è facile. A cosa si deve prestare attenzione quindi? Sicuramente ci sono tantissime cose da prendere in considerazione, dai costi alla distanza da casa, che sono le prime cose che, in genere, si valutano.

Tuttavia le cose da valutare sono l’esperienza dei docenti, un buon rapporto tra offerta formativa e costi, la capienza delle aule e la disponibilità della strumentazione. Intendiamoci, frequentare una scuola di musica con strumenti vecchi o insufficienti non è sicuramente una scelta indovinata.

Il consiglio quindi è quello di recarsi personalmente nella scuola, chiedere di visitarla, farsi illustrare la tipologia e il numero degli strumenti e fate una ricerca sui docenti. Di norma, nelle scuole di musica, così come in quelle di danza, eventuali diplomi e certificazioni sono ben esposti, ma nel caso non vi fossero, non abbiate timore a chiedere titoli ed esperienza dei docenti.

La lezione di prova gratuita

Non tutte le scuole offrono una lezione di prova gratuita e questo è un problema perché acquistare questo tipo di servizio a scatola chiusa è molto rischioso. Con una prova invece, si potrà valutare la competenza del docente, ma anche e soprattutto l’empatia.

Se non c’è empatia tra alunno e docente il processo di apprendimento sarà notevolmente compromesso. Questo accade anche nella scuola tradizionale, non c’è apprendimento se non c’è coinvolgimento, stimolo, emozione.

Naturalmente si deve anche verificare che la sede della scuola sia facilmente raggiungibile, sia in auto che con i mezzi pubblici, soprattutto se si abita in una grande città. Se sei di Roma puoi svolgere le tue lezioni alla scuola di musica Epica Music Center che offre anche il servizio di lezioni online, e a tale proposito spendiamo qualche parola in più.

Le lezioni online

Un altro punto di forza di una scuola di musica è, appunto, la possibilità di far frequentare le lezioni non solo in presenza, ma anche in modalità online, dando così la possibilità anche a chi ha poco tempo per gli spostamenti o non può frequentare in aula, di studiare uno strumento e ricevere tutto l’aiuto necessario per cominciare o per migliorare le proprie tecniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: