SATANIKA – Metal Possession

Che il sottoscritto sia diventato un fan dei Satanika sin dal primo ascolto accaduto l’anno scorso non è un mistero per nessuno! Appunto da fan non si può che essere abbastanza critici e realisti verso una delle proprie band preferite, secondo me.

Questo ‘Metal Possession’ è l’ultima pubblicazione della band risalente al da poco passato Dicembre 2011, sempre per la Iron Shield Records.
Un’Ep contenente cinque pezzi inediti e dieci bonus tracks, che altro non sono che alcune songs tratte dai loro passati Ep ormai introvabili. Oltre questo, è presente una cover ben fatta ed ospiti d’eccezione. Ma vediamo nello specifico cosa contiene questo estremo dischetto…..

Non starò qui a descrivervi ogni singola canzone, come feci per lo scorso album della band (Satanik Attack’). I pezzi sono sulla medesima vena stilisica senza nulla di nuovo, quindi potrei dire grosso modo le stesse cose risultando ripetitivo.

Seppur la band continui sui suoi passi sonori senza smuoversi neanche di un pelo sin dalla propria formazione, i loro fans crescono di numero in ogni parte del mondo.
E’ impressionante come i Satanika, in poco meno di tre anni (ricordo che si formarono nel 2009), stiano riuscendosi a creare una formidabile scia di “adepti” del loro verbo oscuro, primordiale, horrorificamente splatter ed anticlericale, come i loro testi!
Ogni amante del buon thrash d’annata (quello degli eighties) non può non essere attratto da questa estrema realtà musicale romana.
Miscelando al suddetto genere alcuni influssi black metal proveniente anch’esso dagli 80s e tutto quello che di marcio e “sgraziato” sia stato proposto in quella meravigliosa epoca.

Tra le influenze riscontrate cito su tutti, come già fatto in altre occasioni, Venom, Bathory, Destruction, Slayer, Hell Hammer ed in alcuni punti, e per alcuni aspetti, i vecchi Darkthrone.
Ancora una volta la band spara in faccia all’ascoltatore violenza musicale e tanta rabbia, contornata da un’artwork ben fatto, e se visionerete il booklet del cd noterete il loro costante e  morboso amore per la cinematografia horror/thriller di vecchia scuola, quella del lato più porno-splatter.
Ma parliamo degli ospiti speciali….

L’open track ‘Nuclear Grave’, uno dei pezzi inediti che oltretutto vi farà prendere a testate le pareti di casa a furia di fare headbanging, vede come comparsa dietro al microfono Lena Shad, dei Sol Mortem, death metal band proveniente dalla Bielorussia.
Una voce davvero graffiante che a me personalmente ha incantato. (e prima di elogiare così tanto la brava Angela Glossow ascoltate questa!).
Mi piacerebbe conoscere questa signorina dalle affascinanti doti vocali!
Proseguendo in ordine di apparizione si arriva a ‘Mother Of The Sepulchres’ e ‘March Of The Undead’, tratte dal loro primo Ep ‘Atomic Curse’ del 2009, che vede la presenza del grande Tormentor, batterista dei tedesci black/deathster Desaster.
Come se ciò non bastasse troviamo in ‘A Mother’s Love’ (dall’album ‘The Plague of Thrash’ del 2010) e in  ‘In The Moment’ (un inedito), la partecipazione dietro al microfono di Howard Smith, vocalist dei thrashers inglesi Acid Reign.

Davvero un lavoro pieno di personaggi interessanti, oltre che dalla buona musica estrema composta dai Satanika.
Per arricchire ancora di più il prodotto, Cris Pervertor, Barren e soci, hanno inserito come ultima traccia la cover di ‘Heavy Metal Bulldozer’, degli orientali Metalucifer, seppur il pezzo era già fruibile sul loro album, il già citato ‘The Pleague Angel’, oltre che in un tributo dedicato agli stessi Metalucifer, in cui i nostri hanno partecipato.
Dunque, musica interessante e potente, seppur nulla di mai sentito, ospiti ben selezionati ed una sempre più forte attitudine! Ritroviamo i prolifici Satanika in ottimo stato di salute sotto ogni punto di vista accompagnati come sempre da una produzione minimale e grezza, perfettamente adattata al contesto!
Certo se volete a tutti i costi roba innovativa o fuori dagli schemi e produzione laccatine lasciate pure perdere, ma vi assicuro che se amate il thrash metal più estremo dovete a tutti i costi procurarvi questo ‘Metal Possession’, vorrete farlo a tutti i costi!
Ritroverete così una sana voglia di uscire di casa, dopo l’ascolto e picchiare a sangue qualche prete che per caso incrocerà il vostro cammino!
E come la band indica nel retro copertina…. Attenzione: Può causare eccessivo headbanging!

Ottima band, grandissima e genuina attitudine ed innegabile coerenza! Questo sono i Satanika!

a cura di Francesco ChiodoMetallico

  • Band: Satanika
  • Titolo: Metal Possession
  • Anno: 2011
  • Etichetta: Iron Shield Records
  • Genere: Speed/Thrash/Black metal
  • Nazione: Italia

Tracklist:

  1. Nuclear Grave (feat. Lena Shad)
  2. Death Invokator
  3. Rats from Hell
  4. Deep Red
  5. Metal Madness
  6. Mother of the Sepulchres  (feat. Tormentor)
  7. March of the Undead  (feat. Tormentor)
  8. The Arms of Death
  9. You are the Victim
  10. Unholy storm of Chaos and Destruction
  11. Hidden in the Deep
  12. Not Dead Yet
  13. A mother’s Love  (feat. Howard Smith) 
  14. In the Moment  (feat. Howard Smith)
  15. Heavy Metal Bulldozer  (Metalucifer Cover)

Website

 

About Francesco P. Russo 11339 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà in ambito Metal / Rock, nell'organizzazione di eventi ed è anche speaker su Metal Maximum Radio. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*