SARCATOR: fuori il nuovo album ‘Alkahest’ e il video di ‘Perdition’s Hand’

SARCATOR: fuori il nuovo album ‘Alkahest’ e il video di ‘Perdition’s Hand’

I blackned thrash metallers svedesi Sarcator hanno rilasciato oggi, 4 novembre, il loro secondo album ‘Alkahest’ tramite Black Lions Records e, contestualmente, hanno diffuso il video del singolo ‘Perdition’s Hand’ che potete gustarvi qui sotto.

I giovani Sarcator, con membri tra i 17 ed i 23 anni, commentano il disco: <<‘Alkahest’ è il risultato di molte ore trascorse nella nostra grotta delle prove, finalmente ora è disponibile per rendervi tutti partecipi. Ancora una volta, un ringraziamento speciale a Studio-MT per il paesaggio sonoro e a Dávid Glomba che ha fatto risplendere la musica in ogni dettaglio dell’artwork di copertina. Ecco, ascolta, entra!>>

Sul singolo ‘Perdition’s Hand’, la band racconta: <<‘Perdition’s Hand’ è stata la seconda canzone che abbiamo scritto per questo album. Con ‘Alkahest’ che è stata la prima canzone che abbiamo scritto, volevamo creare una canzone più diretta, semplice e meschina. È stato un risultato importante per noi come musicisti, poiché sono state le prime canzoni significativamente diverse che abbiamo scritto.>>

Ecco il video del singolo, realizzato da Lect Production:


Con due EP e un album precedentemente pubblicati, i Sarcator sono tra le promesse per il futuro del metal svedese. Questi giovani di Trollhattan evocano titani del genere che offuscavano i confini tra la prima ondata di black metal e il thrash teutonico. Dopo aver generato due mini album, si sono diretti allo Studio-MT nella loro città natale per registrare il loro debutto omonimo, pubblicato nel novembre 2020. Solo pochi mesi dopo l’uscita, sono stati nominati per il premio P3 Gold degli ascoltatori radiofonici per il miglior gruppo metal svedese. Anche se non hanno vinto, è stata comunque una prova significativa che la band era sulla strada giusta e non male per quattro ragazzi ancora al liceo.

Nel nuovo album ‘Alkahest’, i Sarcator avanzano nel loro approccio, esplorando nuovi territori. È un album sincero con una più ampia tavolozza di influenze e ispirazioni. Questa volta, il loro thrash spietato e annerito, ha affrontato trionfalmente le scintille melodiche del death metal di The Crown, Dissection e At The Gates. Le influenze dei The Crown probabilmente sono presenti dalla nascita della band, poiché la formazione include Mateo Tervonen, il figlio di Marko Tervonen di The Crown.

I Sarcator sono Mateo Tervonen (chitarra e voce), Felix Lindkvist (basso e backing vocals), Emil Eriksson (chitarra e backing vocals) e Jesper (batteria).

Queste la track-list e la copertina del nuovo disco:

1. Ascend
2. Perdition’s Hand
3. Grave Maggot Future
4. Dreameater
5. The Long Lost
6. He Who Comes from the Dark
7. Devil Sun
8. Sorrow’s Verse
9. Alkahest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: