PHOBB – RIP With Beer

phobb

RIP with beer è l’ironica dichiarazione (alcolica) di intenti dei Phobb, band attiva nel cosentino dal 2009 che vede nascere il suo primo EP registrato nei Sound Factory Studios di Cosenza, città che ospita quasi tutti i componenti della band. Un riff velenoso introduce “Rock button” e ci introduce a suo modo nell’atmosfera creata dal gruppo, il quale – immerso in influenze musicali diversissime tra loro, 70% hard rock e 30% metal – deve certo moltissimo alla scuola Kyuss e Tool, e si caratterizza per un’approccio musicale diretto quanto alla ricerca di una dimensione propria. È chiaro da subito che i nostri non intendono emulare passivamente nulla di quanto sia stato già registrato in passato, e tendano a segnare soprattutto una linea di confine molto chiara tra old-school e produzioni moderne.

Ne risulta un sound ben prodotto, propenso alle innovazioni sonore e ad un minimo di ricerca musicale per quanto, a ben sentire, non troppo consono a chi si dichiari fanatico delle produzioni “nude e crude” ottantiane che al momento attuale, con pochissime eccezioni, possono permettersi davvero in pochi (a parte i gruppi storici, forse). Il resto dell’EP mostra da un lato sfaccettature rock blues  (Drawn on a wall) e altre puramente groove (Johnny Guest), con una sostanziale intenzione di valorizzare la voce di Giuseppe, corrosiva e fulminante al punto giusto. Un EP che lascia intravedere la ri-creazione di una scena concreta anche da queste parti, dove solo poche band riescono ad esibirsi con continuità e combattendo, in un certo senso, contro un pubblico che è spesso poco propenso a novità di questo tipo. Lo sforzo della band andrebbe invece pienamente apprezzato, nella speranza che si continui a definire un sound compatto, massiccio e personale senza rischiare “pericolosi” passaggi eccessivamente derivativi.

Formazione:

  • Peppe-Vocals
  • Al-Guitar
  • Mike-Bass
  • Jax-Drums
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: