METALIAN – Rock Solid

I Metalian sono una heavy metal band proveniente da Montreal (Canada), che sin dal loro primo demo, risalente al 2005, hanno palesato una fortissima passione per le sonorità degli eighties. Lo scorso Novembre hanno dato alle stampe questo buon ‘Rock Solid’, di cui vi parlerò, per la Heavy Artillery Records.
Apre il lavoro la potente ‘Conquest’, dove riff galoppanti ed influenze principalmente maideniane portano l’ascoltatore in un viaggio a ritroso nel tempo. Tutto in questo album sembra provenire dagli anni ottanta, dalla produzione, alla proposta musicale ai testi.
E dai sopra indicati tempi galoppanti che accompagnano la buona performance del vocalist, acuta e squillante come tradizione vuole, si passa anche a momenti più tirati ed epici.
‘Alone Again’ ha una forte venatura Judas Priest-iana, dove a pompose melodie heavy si unisce l’aggressività espressiva del frontman. Accattivante il ritronello che vi farà venire la voglia di alzare il braccio in aria e fare le corna, come se foste ad un concerto!
Ben composti ed inseriti gli assoli, in alcune soluzioni musicali a metà strada tra la NWOBHM e per certi aspetti gli Stratovarius dei fine 90s (quelli di ‘Visions’ per intenderci).
Continua questa scarica di energia la successiva ‘Sonic Attack’, pesantemente influenzata dalla band di Mr. Halford, con tutto quello che il caso vuole.
‘Wasteland’, tratta dal loro precedente album del 2009, intitolato come il pezzo in questione, segue le orme della song precedente.

Ci avviciniamo al termine dell’ascolto con ‘Soldiers Of The Dawn’, aperta da ottimi tappeti chitarristici, dal flavour un pò grigio, ma sempre avvincenti. Qui si ha una miscela sonora che vede le influenze dei già citati Priest con sonorità care ai Riot. Ma durante l’ascolto sin dalla prima traccia è facile scoprire aloni rimembranti i Metal Church e compagnia ottantiana, oltre ai già citati Maiden.
Incroci di chitarre fanno godere l’ascoltatore con melodie ben composte, più pacate rispetto ai pezzi precedenti, ma sempre energiche, dove si nota anche qualche riferimento ai Riot.
Conclude il lavoro ‘Motor Maniac’, che parte con un’ipnotica chitarra accompagnata da una ben fatta base ritmica. Un pezzo davvero esplosivo e dalle tematiche tanto care ai “true metallers” e da alcune influenze sulla falsa riga degli Exciter. E scommetto che vi verrà molto istintivo iniziare a far headbanging durante l’ascolto!

Ovviamente, avrete inteso che di innovazione ed originalità non vi è neanche l’ombra. Ma una grande attitudine “defender” e tanta passione per il più puro e massiccio Heavy Metal ottantiano si! Roba da metallari duri e nostalgici! passato!

a cura di Francesco ChiodoMetallico
Band: Metalian
Titolo: Rock Solid
Anno: 2011
Etichetta: Heavy Artillery Records
Genere: Heavy Metal
Nazione: Canada
Tracklist:

1- Conquest
2- Alone Again
3- Sonic Attack
4- Wasteland
5- Soldiers Of The Dawn
6- Motor Maniac

Lineup:
Ian – voce e chitarra
Isho – basso
Dru – batteria
About Francesco Chiodometallico 10559 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà underground in ambito Metal / Rock e nell'organizzazione di eventi. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*