JUDAS PRIEST: registrate tutte le parti strumentali per il nuovo album, manca solo la voce

JUDAS PRIEST: registrate tutte le parti strumentali per il nuovo album, manca solo la voce

Richie Faulkner, chitarrista dei Judas Priest, è stato intervistato di recente su The Entertainment Outlet, parlando – tra le altre cose – sul progresso dei lavori al nuovo album della band. Il disco, stando a quanto spiega il musicista, è stato interamente registrato per quanto riguarda le parti strumentali, manca solo la voce…

Per quanto riguarda il successore di ‘Firepower’ del 2018, Faulkner ha raccontato: <<Ci siamo quasi. Abbiamo cercato di farcela. Il primo ostacolo per la realizzazione del nuovo disco è stata la pandemia, perché non potevamo ritrovarci insieme. E poi quando le restrizioni sulla pandemia sono state revocate, allora siamo potuti andare in tour. Quindi l’ostacolo successivo, se vuoi chiamarlo così, è stato il tour. Quindi siamo riusciti a registrare in maniera frammentata durante alcune pause durante il tour. Quindi abbiamo finito la batteria, abbiamo terminato le chitarre e anche il basso. Penso che la cosa principale da fare adesso sia la voce. Ma ora abbiamo la parte americana del tour in arrivo, quindi Rob (Halford, ndA) deve proteggersi la voce e utilizzarla con parsimonia prima. Quindi, probabilmente, registreremo le linee vocali dopo. Voglio dire, abbiamo date negli Stati Uniti ed in Sud America sino a dicembre.Quindi nel nuovo anno potremmo iniziare a lavorare sulla voce!>>

Sulle tempistiche effettive, Richie ha spiegato: <<È sempre difficile parlare di tempi, perché, come sappiamo, le cose cambiano. Ma Rob dice sempre: “È fatto quando è fatto!”. Non ha senso affrettare qualcosa a questo punto della nostra carriera. Ma ci stiamo lavorando e arrivando. Stiamo usando il tempo che abbiamo, anche se in questi giorni ne abbiamo poco. Non ci vogliono 18 mesi in uno studio di 10.000 piedi quadrati alle Fiji per fare un disco. Per come stanno le cose di questi tempi, possiamo farlo in un modo molto più economico. Quindi stiamo facendo funzionare la tecnologia e stiamo facendo tutto ciò che funziona per noi, nel miglior modo possibile in maniera da poterlo tirare fuori quando potremo.>>

Nel settembre dello scorso anno, Richie Faulkner si è sentito male durante la performance dei Judas Priest al Louder Than Life festival di Louisville, nel Kentucky. Successivamente è stato trasferito presso l’ospedale del posto Rudd Heart and Lung Center nel quale subì un intervento al cuore durato ben 10 ore. Ora, fortunatamente, il chitarrista sta bene.

I Judas Priest sono stati indotti la scorsa primavera nella Rock & Roll Hall of Fame ricevendo il Premio per l’Eccellenza Musicale (il Musical Excellence Award).

Secondo la Rock And Roll Hall Of Fame Foundation, il premio destinato ai Judas Priest sarà in nome di Rob Halford (voce), Ian Hill (basso), Glenn Tipton (chitarra) e Scott Travis (batteria), insieme agli ex membri K.K. Downing (chitarra), Les Binks (batteria) e il defunto batterista Dave Holland.

La cerimonia con induzione ufficiale e premiazione si terrà il 5 novembre 2022 presso il Microsoft Theater di Los Angeles. Andrà in onda in un secondo momento su HBO e in streaming su HBO Max. Ci sarà anche un simulcast radiofonico sul canale 310 della Rock & Roll Hall Of Fame Radio di SiriusXM.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: