In uscita ‘Pistol’, la serie Tv sui SEX PISTOLS diretta da Danny Boyle, regista di ‘Trainspotting’

In uscita ‘Pistol’, la serie Tv sui SEX PISTOLS diretta da Danny Boyle, regista di ‘Trainspotting’

E’ in uscita ‘Pistol’, l’esclusiva serie Tv in sei episodi sui Sex Pistols che vede alla regia il rinomato Danny Boyle (regista di ‘Trainspotting’, ’28 Giorni Dopo’, etc.).

‘Pistol’ debutterà il 31 maggio 2022 in esclusiva su Hulu negli Stati Uniti e su Disney+ in Regno Unito, Irlanda, Canada, Australia, Nuova Zelanda e Singapore. Restiamo in attesa per ulteriori dettagli circa l’uscita in Italia.

Come vi anticipammo lo scorso anno, ‘Pistol’ è fondamentalmente incentrata sulla figura del chitarrista Steve Jones. Di fatto l’opera si baserà sul libro di memorie pubblicato nel 2018 dal musicista, intitolato ‘Lonely Boy: Tales From A Sex Pistol’.

Il cast è di un certo livello e vede Maisie Williams (di ‘Game of Thrones’) nelle vesti di Jordan alias Pamela RookeToby Wallace farà la parte del protagonista principale Steve Jones. Poi ci sarà Anson Boon che raffigurerà John Lydon, mentre Louis Partridge vestirà i panni di Sid ViciousJacob Slater sarà Paul Cook e Fabien Frankel, invece, Glen Matlock. Inoltre è stato arruolato anche Dylan Llewellyn per la parte di Wally Nightingale, mentre Sydney Chandler interpreterà Chrissie Hynde ed Emma Appleton farà le “veci” di Nancy Spungen.

La serie Tv ‘Pistol’ sui Sex Pistols sarà composta da sei puntate e sarà ambientata dalle tenute pubbliche di West London al famigerato negozio Sex in Kings Road di Vivienne Westwood e Malcolm McLaren (che idearono il look della band), sino alle controverse situazioni creatisi a livello nazionale per la pubblicazione del celebre album ‘Never Mind the Bollocks’.

Lo scorso mese di Aprile John Lydon (in arte Johnny Rotten), storico frontman dei Sex Pistols, ha definito la serie Tv irrispettosa, sottolineando il fatto che lo stesso non sia stato coinvolto nella produzione della stessa.

In un’intervista con il Sunday Times, Lydon ha reagito ai primi scatti pubblicitari che promuovevano ‘Pistol’. Il cantante britannico ha esordito dicendo: <<Penso che sia la merda più irrispettosa che abbia mai dovuto sopportare. Voglio dire, sono arrivati ​​al punto di assumere un attore per interpretare me, ma su cosa sta lavorando l’attore? Certamente non il mio personaggio. Non può andare da nessun’altra parte – tranne che in tribunale!>>

Lydon ha detto di non esser stato mai contattato dal regista Boyle per  prendere parte alla serie, anche se i due si incontrarono durante i preparativi per la cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Londra 2021.

L’ex frontman dei Sex Pistols afferma: <<Scusa, pensi di poterlo fare, come camminare su di me – non succederà. Non senza un’enorme e fottuta lotta. Sono Johnny, sai, e quando interferisci con i miei affari, come risultato avrai la fine amara dei miei affari. È una vergogna.>>

Un portavoce della produzione della serie ‘Pistol’ ha detto al Sunday Times che Boyle ha contattato la società di gestione di Lydon riguardo alla serie pianificata, ma che da parte loro “il contatto diretto è stato rifiutato”.

Di seguito un’immagine in anteprima dalle riprese di ‘Pistol’:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: