FORET D’ORIENT – Essedvm

Se amate le particolarità questa band fa al caso vostro!
I Foret D’Orient, gruppo black metal veneziano, dà alle stampe questo ‘Essedvm’ proponendoci una componente strumentale con l’ausilio dell’arpa di Sonia Dainese.
Un vero e proprio “esperimento” per il genere, che pare aver riscosso risultati positivi da molti amanti del black metal.
Da questo punto di vista verrebbe in mente il gruppo tedesco In Extremo (che propone non solo con l’arpa, ma anche una serie di strumenti prettamente medioevali), o i bergamaschi Folkstone, anchessi promotori di influenze simili davvero stimolanti!

Sin dal primo pezzo, ‘Campo Di Marte’, si coglie l’essenza atmosferica di tempi antichi. La band infatti si è prefissata tra le altre cosa, di ridare tramite la loro musica dignità ad episodi passati a cui probabilmente non è stato dato il giusto spazio o una certa dose di giustizia. ( Nobile scopo direi!).
I sussurri ricoprono un ruolo fondamentale nonostante la leggerezza della voce e ,talvolta, la prevalenza di parti strumentali. Arpa e voce si fondono nella stessa delicatezza.
I pezzi sono caratterizzati da un forte contrasto e personalmente, mi hanno catapultato in due stati d’animo completamente diversi, specialmente dalla seconda traccia in poi.
Al sottile suono che sembra voler invitare a danzare e le parti cantate in latino a mò di sortilegio, troviamo carica e forza caratterizzata da una voce graffiante ed una potenza strumentale. (Ne è un fervido esempio l’assolo prorompente di ‘Diadema’).

Grazie alla varietà di toni e l’alternanza di strumenti, si evita il sopraggiungere della noia, che ho temuto di provare in alcuni tratti, forse a causa delle parti urlate abbastanza prolungate.
Nonostante l’apparente similitudine che sembra accomunare un pò tutte le songs, ci sono sempre sfumature diverse, per chi le sa cogliere.
Con la scelta del metal questi ragazzi sembrano essere riusciti a “contestualizzare l’antichità”, rendendolo un argomento non lontano, che non ci fa sentire distanti dalle tematiche a causa del peso del tempo.

Forse il richiamo all’antichità potrà offrire nel tempo meno possibilità di spaziare con la fantasia musicale, ma confidiamo nella bravura dei ragazzi di saperci raccontare sempre nuove “storie” con stile, mantenendosi sulle stesse basi.
Non possiamo fare altro che dare ai Foret D’Orient un grande in bocca al lupo per il futuro e per questo  ‘Essedvm’, gia disponibile dallo scorso 18 Novembre.

Che gli astri e l’orsa maggiore a cui tanto vi ispirate, possano farvi strada!

a cura di CatastroFERY_Federica Bovenzi

Band: Foret D’orient
Titolo: Essedvm
Anno: 2011
Etichetta: Archaic North Entertainment
Genere: Symphonic Black Metal / Atmospheric
Nazione: Italia

Tracklist:
1- Campo Di Marte
2- Sagitta
3- Mantva 1328 – I e II Movimento
4- Et Veteres Revocavit Artes
5- Diadema
6- Prudentia Et Armi

Lineup:
Roberto Catto – voce
Leopoldo ‘Sirivs’ Santoro – chitarra
Sonia Dainese – arpa
Marco Barolo – basso e tastiere
Emiliano Rigon – batteria e tastiere
About Francesco P. Russo 11307 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà in ambito Metal / Rock, nell'organizzazione di eventi ed è anche speaker su Metal Maximum Radio. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*