DRAGONHAMMER – The X Experiment

DRAGONHAMMER – The X Experiment

Dragonhammer-coverI capitolini Dragonhammer tornano sulla scena prog/power metal dopo un decennio di inattività. Con una line up quasi completamente rinnovata, danno vita al concept album ‘The X Experiment’, basato su una storia moderna fantastica ambientata in un mondo reduce da una guerra nucleare in cui regna solo il Chaos.

La prima traccia ‘It’s Beginning’ è una raccolta di notizie  giornalistiche poliglotte il cui contenuto annuncia l’abbandono del pianeta, ormai devastato, da parte dei governanti decisi a spostarsi sulla Luna. Un riff di chitarra entra in fade in rafforzando la suspance e introducendo linearmente la seguente ‘The End Of The World’. Lo stile power di Rhapsody e Vision Divine è inconfondibile, ma, nonostante ciò, riffs e assoli semplici rendono fluido l’ascolto che sorprende grazie alle vocal guests di Roberto Tiranti e Titta Tani. Segue ‘Seek In The Ice’, nella quale il tappeto del synth sostiene bene  mood e cori epici. Bello anche l’assolo. La quarta traccia dà il nome all’album e, il cui songwriting, svela il senso dell’esperimento X: è il tentativo di  portare alla luce un “qualcosa” che provi al mondo l’esistenza di “altro” oltre quello che stiamo vivendo al fine di restituire senso e speranza ad una umanità destinata al declino. La traccia non si lascia mancare effetti synth e tappeti di tastiera fino a farsi impossessare da cavalcate più pesanti rispetto a quelle tipiche del genere per poi concludersi tra cambi di tempo e assoli caratteristici.

Effetti orchestrali e doppia cassa, introducono ‘Escape’ che si sviluppa, dapprima su un accompagnamento di piano e, successivamente, su un bel gioco energico tra basso e batteria conferendo un tocco in più prima dell’assolo. ‘My Destiny’ è una gradevole prog/ballad dalle linee vocali profonde e da un assolo di chitarra vistoso a cura della guest Francesco Fareri. Si torna decisamente sull’atmosfera power grazie alle tastiere veloci accompagnate dall’eccellente lavoro di batteria, presente in tutto l’album, che estendono un chorus molto orecchiabile componendo ‘The Others’.

Dal sound più lento ed epico è la ballad ‘Follow Your Star’ introdotta da un lento piano che snoda ,pian piano, effetti orchestrali dal sapore folk dati dai fiati e dalla chitarra classica. L’epicità viene rafforzata dalle voci femminili di Lara Bartoli e Marinella Pichierri. Un assolo di chitarra apre la traccia. La chiusura del concept è affidata a ‘Last Solution’ in cui le corde diventano più aggressive, veloci e dall’accento prog supportate da una valida sezione ritmica tipica del genere. Con il messaggio rivolto al pensiero della realtà delle cose e al dare la giusta importanza alla vita, ‘The X Esperiment’ è un album moderno e più maturo rispetto ai lavori precedenti della band, nonostante segua la regole della vecchia scuola del genere power sicchè da equilibrare l’intera composizione. E’ un album scorrevole e, da apprezzare, è sicuramente l’intero lavoro di David Folchitto che ha suonato e registrato impeccabilmente la batteria di tutto l’album.

A cura di Benedetta Kakko Delli Quadri

  • Band: Dragonhammer
  • Titolo: The X Experiment
  • Anno: 2013
  • Genere: Prog/Power Metal
  • Etichetta: My Kingdom Music
  • Nazione: Italia

Tracklist:

  1. It’s Beginning
  2. The End Of The World
  3. Seek In The Ice
  4. The X Experiment
  5. Escape
  6. My Destiny
  7. The Others
  8. Follow Your Star
  9. Last Solution

Website

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: