DEADLY TIDE – Tales Around The Campfire

DEADLY TIDE – Tales Around The Campfire

Deadly Tide cover art‘Tales Around The Campfire’ è la terza fatica discografica del quintetto toscano che risponde al nome di Deadly Tide, uscito nell’ottobre di quest’anno. Il disco è una rivisitazione in chiave acustica di alcuni dei brani storici della band, fornito al grande pubblico in free download. Sin dalla copertina del full-lenght di 9 tracce (se non contiamo la ghost track ‘My Starlet Blue’, che è di fatto un outro del disco) e dal look forse anche un po’ troppo legato ai chliché, si evince la matrice ottantiana del combo.

Sonorità che strizzano l’occhio ai Firehouse e Ten, nelle composizioni, tutto egregiamente retto sulla voce di JD Nitro, chiara, cristallina, piacevole in ogni sua sfumatura. Il songwriting della band risulta maturo e perfettamente in linea col mood descritto nel titolo del loro lavoro, cosa che rende l’ascolto di queste “favole attorno al fuoco” estremamente scorrevole.

Tra i brani di punta spicca ‘In My Downtown’, brano complesso ed intimista che, come tutti i brani del disco, arrangiato in acustico lascia parecchio spazio all’immaginazione, al punto tale di desiderare ardentemente un ascolto della sua versione elettrica (disponibile sul precedente lavoro intitolato ‘8th Deadly Sin’). ‘Again’, brano arrangiato meravigliosamente, è tra quelle canzoni che vorresti non finissero mai.

C’è spazio anche per tre collaborazioni d’eccezione: Alessandro Lucherini arricchisce ‘In My Downtown’, ‘Come Back With Me’ e ‘Lady’. Su ‘Come Back With Me’ la voce del già citato JD si lancia in un duetto con Francesco Grandi (ex membro dei Rain), mentre su ‘White Decadent Lady’, brano di chiusura del disco, lo special guest è addirittura Federico Poggipollini (tra gli altri, chitarrista di Ligabue), che regala i suoi spunti ad un pezzo già di per sè molto bello.

I racconti attorno al fuoco dei Deadly Tide accompagnano l’ascoltatore in atmosfere malinconiche, da far west, al termine dei quali si resta quasi un po’ male, nell’accorgersi di essere tornati tra il traffico e la nebbia della quotidianità. Un plauso, quindi, per questo esperimento azzardato ma di sicuro successo.

Recensione a cura di SevenSinz

  • Band: Deadly Tide
  • Titolo: Tales Around The Campfire
  • Anno: 2015
  • Genere: Rock Unplugged
  • Etichetta: Nessuna
  • Nazione: Italia

Tracklist:

  1. I’m The King Of The World
  2. Away
  3. In My Downtown
  4. Come Back With Me (feat. Francesco Grandi)
  5. Plastic World
  6. Again
  7. Lady
  8. Time For A Cigarette
  9. White Decadent Lady (feat. Federico Poggipollini)
  10. My Starlet Blue (Ghost Track)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: