BRAINWASHED – Wrecked

Wrecked‘ è il primo album ufficiale dei BrainWashed, band polacca dedita ad un thrash metal di vecchia scuola (non per questo vetusto, per la verità), che potrebbe ricordare un incrocio tra il sound classico dei Testament e, al di là della voce, le uscite più recenti degli Exodus. Il gruppo proviene da un demo (“Brain damage“) e da uno split (“The First Damage“) risalenti entrambi al 2004; sono quindi trascorsi quindi diversi anni, e qualche cambio di formazione, prima che questo lavoro potesse vedere la luce.
Il CD in questione è costituito da nove brani,
decisamente accattivanti per chi ama Megadeth ed Annihilator e tutti mediamente di almeno 4 minuti ciascuno; quest’ultima caratteristica va citata perchè fa intuire che stiamo parlando della corrente thrash più stabilmente legata al metal che all’hardcore.
Questo, al di là della durata dei pezzi, si riflette in una maggiore ricerca di riff – quello classicissimo che apre “Breaking the Chains“, ad esempio, che degenera in un groove assassino e tesissimo – ed assoli che, pur essendo molto incisivi, a volte finiscono per essere eccessivamente prolissi (la pur buona “Give me Your Blood” è esemplare in tal senso).
Brani che riescono a coinvolgere pienamente l’ascoltatore e che godono di una produzione decisamente di livello, a cominciare dai primissimi brani e soprattutto nella title track che decreta inesorabile (e senza appello) il possibile “innamoramento” – o meno – dell’ascoltatore al sound dei polacchi. In effetti Wrecked è un lavoro del quale, al di là dell’abusato luogo comune sull’anzianità del genere, potrebbe non essere immediato apprezzare le varie sfumature: e ce ne sono, anche se a primo ascolto è impossibile coglierle. Oltre a segnalare la buona voce di Biskupski (parecchio sulla falsariga tonale di Chuck Billy, a ben vedere), sarebbe ingiusto non citare il pazzesco lavoro del duo di chitarristi Chmielewski-Kuziel, nella sezione ritmica, nei corsi e negli assoli, sempre piuttosto bilanciati e – tutto sommato – gestiti con un certo senso della misura.
Se è vero che brani lunghi come l’accattivante “I, leader” riescono a farsi ascoltare con grande coinvolgimento, altri come “Give me your blood” finiscono a volte per stancare per la loro eccessiva lunghezza, anche se molto dipenderà dall’abitudine dell’ascoltatore in questione. I riff, intensi, veloci e macinati con gran classe, rimangono facilmente impressi nella mente fin dai primi ascolti e questa probabilmente è la caratteristica che mi fa promuovere globalmente il lavoro.
Da qualche tempo, del resto, non prediligo gli ascolti troppo lunghi (con pochissime eccezioni che a qualcuno appariranno scontate, tipo “To live is to die” dei Metallica), e devo dire che un disco come Wrecked non avrebbe davvero nulla da invidiare ad una produzione dei Destruction se non fosse per questa sorta di “diluizione” di fondo.
Con brani più compatti, probabilmente, si sarebbe riuscito a coniugare in modo più efficente la maggioranza delle idee del disco, che – sono per la cronaca – davvero tutte di buon livello. Quest’ultima è soltanto una nota finale, ovviamente, che serve a far comprendere meglio di che tipo di disco si stia parlando: un lavoro di ottimo livello che non farà rimpiangere i fasti del passato e, se possibile, saprà dare l’indicazione positiva per il futuro di altre band.

A cura di Salvatore “Headwolf” Capolupo

Band: Brainwashed
Titolo: Wrecked
Anno: 2011
Etichetta: Old Temple
Genere: Thrash metal
Nazione: Polonia

Tracklist:
1- Bringing Out Of Death
2- I, Leader
3- Wrecked
4- Beast Within Me )
5- Give Me Your Blood
6- Breaking The Chains
7- Voices In Your Head
8- The Battle/Back To The War
9- Last Breaths

Lineup:
Dariusz “Bonzo” Biskupski – voce
Tomasz “Teściu” Chmielewski – chitarra e voce
Paweł “Boczek” Kuziel – chitarra e voce
Jakub “Taśny” Słowik – basso
Kacper “Kacu” Misztal – batteria

Website

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*