BIG STEEL SHIT – Shit Happens

Big-Steel-Shit-Shit-Happens-frontUn ascolto dopo l’altro ed è così che sarete rapiti da un disco di un’ originalità estrema, lasciando così un’impronta non soltanto sulla sabbia come nell’art-work del cd, ma anche nelle nostre teste! Loro sono i Big Steel Shit di Taranto: Giovanni Lopriore (voce), Stefano D’ Errico (chitarra), Marco Costante (chitarra), Alessandro Lippo (basso), Fulvio Orlando (batteria). ‘Shit Happens’ è chiaramente Alternative Metal e seppur influenzati da band come Alice In Chains, Pearl Jam, SoundGarden, Alter Bridge, Avenged Sevenfold, nulla li accomuna a queste, un lavoro lontano dagli schemi classici del post- grunge, ascoltandoli avrei pensato fossero più presi da band come Sistem Of A Down!

Cambi di tempo fulminanti caratterizzano l’intero lavoro mettendo subito in risalto una delle doti della band, il crescendo talvolta centrale, talvolta finale delle canzoni sprigiona una carica incredibile, e qualche assolo di classe fa da ciliegina sulla torta come in ‘Land’ traccia numero uno dell’album insieme alla voce che non accenna a diminuire d’ intensità mai troppo a lungo. Ebbene si le canzoni di protesta non sono morte, ‘Godsons’, la mia preferita, vero e proprio grido di libertà contro un sistema che mette con le spalle al muro, grandi riff, e un basso che si distingue come difficilmente accade. A prescindere dal numero delle note, l’importante è che vengano usate le più efficaci e loro hanno saputo lavorare proprio a questo, grandi capacità, nonostante siano solo al loro secondo lavoro si intuisce subito che dietro tutto questo c’è stata tanta costanza, tanta fatica e soprattutto perseveranza nel riuscire a realizzare l’ album.

Geniale soprattutto il modo con cui riescono a cambiare stile trascinando il sound verso toni più trash come nella traccia numero tre ‘It Barks Rage’, ogni canzone sembra abbia uno stile che la rende unica rispetto alle altre, ritmi sempre più incalzanti proseguendo verso la fine e anche per tutta la parte centrale dell’album, non a caso c’è moltissima rabbia nei testi, da notare inoltre gli incredibili cambi di voce, coinvolgente nei ritornelli, ma anche travolgente nello screaming talvolta anche reppato come verso la fine di ‘Stoned by Reality’!

Se vi aspettavate una chiusura più tranquilla o una pausa da questi ritmi sempre più robusti vi anticipo già che il finale sarà comunque cattivo, non potrebbe essere altrimenti per un testo come ‘Shit Happens’ che fa da titolo all’album. Un album che di sicuro non placherà la vostra rabbia repressa, spero di avervi incuriosito abbastanza…. Buon Ascolto \m/

a cura di Cinzia Carnevale

  • Band: Big Steel Shit
  • Titolo: Shit Happens
  • Anno: 2012
  • Etichetta: Nessuna
  • Genere: Alternative Metal/Post Grunge
  • Nazione: Italia

Tracklist:

  1. Lard
  2. Godsons
  3. It Barks Rage
  4. Stoned By Reality
  5. Didn’t Mean
  6. Industrial Fever
  7. Misleading
  8. News That Confuse
  9. Brakes Off
  10. Waiting For The Bus (Feat. Silvia Galetta)
  11. Shit Happens

Website

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: