BACKJUMPER – White, Black And The Lies Between

Non conoscevo i Backjumper prima di questo disco ed appena sono in zona credo che non mi esimerò dal vederli dal vivo. Prima di questo album la band italianissima (proveniente da Bari) ha all’attivo un EP “Trust no1” (2007) ed un album “Across the Deadline” (2009), usciti per l’etichetta Killer Pool Records di Roma. Ed oggi oggi nel 2011 arriva “Withe, Black And The Lies Between”, primo full-lenght in casa della Southern Brigade Records. Si tratta di un disco ben prodotto, anche se in in alcuni pezzi sembra mancare qualcosa che li renda perfetti. Nel complesso è un disco che supera la prova e ci mostra una band dalle grandi potenzialità, direi un orgoglio per il sud, una parte dell’Italia che a mio avviso sforna band che riescono a crearsi uno stile ed un modo di essere che si distingue dal resto del paese. Il lavoro è un concentrato di hardcore, suoni moderni, echi southern e soprattutto trascinanti riff trash che vengono scanditi divinamente dalla batteria di Brus: un tappeto sonoro e sincronizzato su cui la voce di “Packman” Bellezza è libera di vibrare. I registri vocali su cui si muovono le linee vocali non sono i miei preferiti per il genere, ma non posso stare qua
ad emettere sentenze, ma oggettivamente consiglio di ascoltare questo disco che vi prenderà a cazzotti senza che ve ne rendiate conto. Infatti “Jack Bumper” picchia subito duro in testa, senza dare fiato, un attacco direttamente in corsia di sorpasso. Segue “Silence Awaits You”, imposssibile stare fermi e non ondeggiare al ritmo della batteria. “The Awakening” apre con una batteria secca e ipnotica su cui si inserisce un riff potente, un pezzo che mischia diverse influenze della band. Mi hanno colpito molto “Sun Static” e “Road To The Hollow” un gran pezzo con ritmica da svizzera ed un refrain da gridare con le vene gonfie dietro alla band, alla “Rise above” per intenderci! In “Disenchanted” potrebbe ben essere un pezzo hardcore – crossover anni ’90. Le influenze della band sono varie e non mi piace dire questo o quello se non sono sicuro di quello che vi dico, anche perchè, seguendo una certa dinamica evolutiva del metal, potrei citarvi gruppi che sono lontani dalla band, come ad esempio spesso nella linea vocale mi viene da scorgere il cantato isterico dei System Of A Down. Nel frattempo aspetto con ansia il loro prossimo lavoro!

A cura di Blazer

Band: Backjumper
Titolo: White, Black And The Lies Between
Anno: 2011
Etichetta: Southern Brigade Records
Genere: Hardcore
Nazione: Italia

Tracklist:
1- Jack Bumper
2- Silence Awaits You
3- The Awakening
4- Not Today
5- Prove It Wrong
6- Trees
7- Sun Static
8- Road To The Hollow
9- Disenchanted
10- White, Black and the Lies Between

11- If This Is The Beginning I Hope It Ends Soon
Line Up:
Francesco “Packman” Bellezza – voce
Dario “Lego” De Falco – basso
Vasco “Nose” Savino – chitarra
Francesco “Brus” Campanelli – batteria
About Francesco Chiodometallico 11001 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà in ambito Metal / Rock, nell'organizzazione di eventi ed è anche speaker su Metal Maximum Radio. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*