AXEL RUDI PELL – Game Of Sins

Axel Rudi Pell album 2016

La vita è un gioco ed è piena di peccati. A volte si vince, a volte si perde. E’ un gioco che crea riflessioni generali sui suoi molteplici aspetti e momenti, dal più bello al più brutto. Questo è il significato racchiuso nel titolo scelto per il diciassettesimo album di Axel Rudi Pell.

‘Lenta Fortuna’ è il breve intro druidico tipico del sound, inframezzato da un carosello circense. Una sezione ritmica stridente supporta la coinvolgente ed energetica ‘Fire’, mentre strutture ruvide e d’effetto compongono ‘Sons Of Sins’ dedicata alla serie televisiva “Sons Of Anarchy”, molto amata dalla famiglia del chitarrista. La title track riprende l’Intro d’apertura dell’album ed è caratterizzata da riffs cadenzati che raccontano la dedizione al gioco d’azzardo di un gruppo di adolescenti.

Ed è intorno al tavolo da gioco (raffigurato nell’Art Cover) che nasce la metafora tra la Vita e il Gioco stesso. Traccia intensa, potente e dall’assolo lungo e articolato che si lascia seguire, stilisticamente, da ‘Falling Star’. Il testo profondo della ballad ‘Lost In Love’ è dedicato all’amore sofferto, al contrario di quello di ‘The King Of Fools’ basato su un mood rockeggiante e orientato verso i percorsi peccaminosi della vita.

Brano molto caro al talentuoso chitarrista è ‘Till The World Says Goodbye’,in quanto affronta il problema ambientale del riscaldamento globale con conseguente fine del mondo. La potenza del sound riesplode con ‘The King Of Fools’ per, poi, lasciare spazio alle atmosfere leggere ed elevate di ‘Forever Free’ tanto da risultare delicatissima e intensa trattando il tema della Morte, in particolare, gli ultimi momenti che separano la vita terrena da quella oltre la dipartita corporale. Una semiballad in cui il break  realizzato da tutte le corde, innalza il momento del trapasso. Ad impersonare l’infinito oltre la morte è un lungo assolo di chitarra che chiude la traccia in fade out lasciando aperta la visione sul mondo ultraterreno.

‘All Along The Watchtower’ di Bob Dylan viene scelta come bonus track, ben riadattata in chiave “ARP”. ‘Game Of Sins’ è il risultato di una diversa ricerca di un nuovo e vasto lyrics songwriting, di uno stile stabile e, da sempre, efficiente come lo sono anche le apprezzatissime linee vocali di Johnny Gioeli .

A cura di Benedetta Kakko Delli Quadri

  • Band: Axel Rudi Pell
  • Titolo: Game of Sins
  • Anno: 2016
  • Genere: Melodic Hard Rock
  • Etichetta: Steamhammer Records
  • Nazione: Germania

TrackList:

  1. Lenta Fortuna
  2. Fire
  3. Sons In The Night
  4. Game Of Sins
  5. Falling Star
  6. Lost In Love
  7. The King Of Fools
  8. Till The World Says Goodbye
  9. Breaking The Rules
  10. Forever Free
  11. All Along The Watchtower (bonus track, cover Bob Bylan / Jimi Hendrix)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: