UDO DIRKSCHNEIDER consiglia alle giovani band: “Non firmate contratti discografici, fate tutto da soli!”

UDO DIRKSCHNEIDER consiglia alle giovani band: “Non firmate contratti discografici, fate tutto da soli!”

In una recentissima intervista con Chaoszine, Udo Dirkschneider (U.D.O. ex Accept) ha parlato dei cambiamenti che ha visto nell’industria musicale da quando ha iniziato più di cinque decenni fa.

A tal proposito Udo ha affermato: <<Ci sono stati sicuramente alcuni cambiamenti nel mondo della musica. Sì, non è più come gli anni ’80. Sicuramente la vendita di CD è in calo. Da un lato, possiamo essere fortunati con il nostro tipo di musica – le persone vogliono davvero avere l’album in formato fisico tra le mani, quindi non siamo molto influenzati dalla rivoluzione dello streaming musicale, come quello che è successo, ad esempio, nella musica pop o qualsiasi altro genere. Ma è come, in realtà, stai vendendo meno album. Il problema più grande, credo, è per le giovani band. Non possono vendere così tanti album e le case discografiche non hanno molti soldi per sostenerli a lungo.

Ho visto alcune band, band davvero buone, che a volte dopo un anno o due non esistono più; se ne sono andate. È completamente diverso da come era negli anni ’80. Quando ho iniziato con gli Accept, la casa discografica ha detto: “Vogliamo fare soldi dopo cinque album”. Riesci a immaginare – dopo cinque album? E stavano mettendo un sacco di soldi per la nostra promozione. Ma penso che quei giorni sono finiti. [Ride] Lo so.>>

Proprio sulle case discografiche, Dirkschneider ha detto: <<Per quanto mi riguarda, e so che le case discografiche mi odieranno per questo, darei un consiglio alle giovani band… in primo luogo, credere in quello che stanno facendo, il loro tipo di musica, e secondo, non firmare un contratto con una casa discografica. Provino a fare il proprio album da sole. Voglio dire, ora con tutta questa roba tecnologica è possibile; Lo so. Quindi vendi l’album su Internet. Forse conosceranno qualcuno, magari pagandolo un tot al mese, per andare su tutti i siti metal e dire: “Ehi, c’è un nuovo album”. E possono anche creare il loro videoclip. Voglio dire, possono farlo con tutti questi moderni telefoni cellulari; la qualità è così buona ormai. E poi tutti i soldi ricavati vanno alla band. Quello che posso dire per le giovani band è di fare tutto da soli e non firmare un contratto con un’etichetta discografica, tenetevi i vostri soldi. Ok, forse adesso le case discografiche mi odieranno di più per averlo detto, ma questo non mi interessa!>>

L’intervista integrale a Udo Dirkschneider su Chaoszine è disponibile di seguito:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: