TICKETMASTER denunciata per aver rifiutato il rimborso di alcuni biglietti

Ticketmaster Entertainment, Inc., società per la vendita di biglietti di eventi – una divisione del colosso Live Nation Entertainment Co., è stata denunciata per aver creato problemi circa il rimborso di alcuni biglietti di eventi rinviati a sèguito della pandemia di Covid-19.

Un uomo di San Francisco, di fatto, ha intentato una causa contro Ticketmaster, accusando la compagnia di pratiche ingannevoli relative alla vendita di biglietti per eventi live e al rifiuto di fornire rimborsi per eventi live che sono stati riprogrammati o rinviati.

Questi, che ha speso quasi $600 per l’acquisto di un paio di biglietti per il concerto dei Rage Against The Machine, successivamente rinviato a causa del Coronavirus (così come tutti gli altri eventi), ha accorpato a sè altre persone nella stessa situazione intentando una causa di gruppo.

Il reclamo cita: <<Prima dell’epidemia di Coronavirus e nel momento in cui il querelante e i membri della classe acquistavano biglietti per eventi da Ticketmaster Entertainment, Inc., una divisione di Live Nation Entertainment Co., la società ha assicurato ai clienti che Ticketmaster avrebbe rimborsato i prezzi di acquisto dei biglietti – sia se l’evento fosse stato rinviato, riprogrammato o cancellato. Dopo che l’epidemia di Coronavirus ha costretto l’annullamento o il rinvio della maggior parte dei grandi eventi ed incontri pubblici, Ticketmaster ha rivisto retroattivamente le sue politiche applicabili alle vendite di biglietti precedenti per consentire rimborsi solo per eventi annullati, non rinviati o riprogrammati, anche quando gli eventi posticipati sono stati “indefinitamente” posticipati.>> Tuttavia, il presidente di Live Nation ha recentemente previsto che gli eventi live non si dovrebbero più svolgere fino all’autunno 2021.

ECCO LA DENUNCIA A TICKETMASTER:

L’uomo afferma di aver acquistato a febbraio due biglietti per due concerti dei Rage Against The Machine separatamente, che avrebbero dovuto svolgersi ad aprile a Oakland, in California. <<Con commissioni e costi, i quattro biglietti per i RATM gli costarono circa $590>>, si legge nella denuncia riportata da Blabbermouth. <<Intorno al 15 marzo, Ticketmaster ha informato il querelante che, a causa dell’epidemia di coronavirus, entrambi i concerti dei RATM sarebbero stati rimandati a tempo indeterminato. Ticketmaster , tuttavia, non rimborserebbe l’importo totale pagato dal querelante per i biglietti. L’uomo ora detiene quattro biglietti per due concerti dei RATM che sono stati effettivamente cancellati e saranno quasi sicuramente cancellati, e che ha acquistato con la garanzia di un rimborso monetario per la cancellazione. Ma in base alle nuove revisioni politiche post-hoc dei Convenuti, gli verrà fornito un rimborso solo se e quando, gli eventi verranno ufficialmente annullati anziché rinviati.>>

L’uomo chiede un ordine contro Ticketmaster che indichi danni, provvedimenti ingiuntivi e restituzione e richieda alla società, tra l’altro, di annullare le modifiche illegali che ha cercato di apportare alla loro politica di rimborso in relazione ai biglietti acquistati prima del 30 marzo. Quindi di vietare a Ticketmaster di rifiutare di offrire rimborsi a qualsiasi persona che abbia acquistato un biglietto per un evento che è stato rinviato o riprogrammato; e pagare i danni e la restituzione al querelante e ai membri della classe.

Secondo quanto riferito, Ticketmaster ha cancellato o posticipato 30.000 eventi, per un totale di $2 miliardi di vendite di biglietti. Attualmente sono previsti altri 25.000 eventi che si terranno entro la fine del 2020. Durante il fine settimana la società ha annunciato che emetterà rimborsi per oltre 18.000 eventi posticipati a causa della nuova pandemia di Coronavirus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: