TED NUGENT positivo al Covid-19: “Pensavo di morire. Ho la merda cinese!”

TED NUGENT positivo al Covid-19: “Pensavo di morire. Ho la merda cinese!”

Ted Nugent ha svelato di essere risultato positivo al Covid-19. Il rocker (conservatore e negazionista circa il Coronavirus) ha dato la notizia della sua diagnosi in un live streaming su facebook, ieri.

Nugent ha affermato: <<Ho un annuncio da fare, anche se tutti mi hanno detto che non avrei dovuto annunciarlo. Ho avuto sintomi influenzali negli ultimi dieci giorni. Pensavo di morire. Oggi sono risultato positivo al test. Ho la merda cinese. Ho la testa imbottita, dolori muscolari. Mio Dio, che rompicoglioni. Negli ultimi giorni sono riuscito a malapena a strisciare giù dal letto… Quindi oggi sono stato ufficialmente risultato positivo al test per il Covid-19. Sono costretto a casa, cioè messo in quarantena. Devo riprendermi dalla malattia.>>

Lunedì, Nugent ha parlato un pò più in dettaglio della sua battaglia contro il Covid-19 durante un episodio del suo programma in streaming Spirit Campfire. Ha detto: <<Sono in giro da molto tempo – 72,4 anni, per essere precisi – ed è stata una vera avventura… Ma non sono mai stato così malato in tutta la mia vita… Riuscivo a malapena a strisciare fuori dal letto. E non cerco simpatia; Sto solo cercando di condividere un’emergenza medica durante un’emergenza globale, e spiegare la cosa alla “tribù Nugent”: cosa sta facendo questo chitarrista per controbattere un test positivo al Covid-19 questo pomeriggio. E sarà forza di volontà.!>>

All’inizio di questo mese, Ted ha fatto notizia quando ha suggerito che il nuovo Coronavirus è indicato come Covid-19 perché ci sono stati altri 18 coronavirus precedentemente. Nugent ha anche ripetuto ancora una volta una narrativa spinta dai media conservatori e contestata da esperti sanitari che suggerisce che il conteggio ufficiale delle morti per il coronavirus sia gonfiato.

Al tempo Ted Nugent disse: <<Affermano che cinquecentomila persone sono morte a causa del Covid-19. Cazzate. Credo che i medici legali in tutti i 50 stati si siano compromessi con atti del tipo “ho annotato sul certificato di morte che è morto per asfissia, ma mi hanno fatto mettere Covid”. Oppure “Beh, questo tizio è stato pugnalato a morte, ma mi hanno costretto a mettere come causa il Covid.”>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: