MOTÖRHEAD: è stata pubblicata l’ultima intervista a ‘Fast’ Eddie Clarke, in versione integrale

MOTÖRHEAD: è stata pubblicata l’ultima intervista a ‘Fast’ Eddie Clarke, in versione integrale

“Fast” Eddie Clarke è stato il primo chitarrista dei Motörhead, suonando con la band dal 1976 al 1982 e registrando con loro i primi cinque album in studio quali l’omonimo ‘Motörhead’, ‘Overkill’, ‘Bomber’, ‘Ace of Spades’ e ‘Iron Fist’. Il musicista purtroppo è morto il 10 Gennaio del 2018 nell’ospedale londinese in cui venne ricoverato per una polmonite, aveva 67 anni.

Ora, in occasione del 40° anniversario dall’uscita dell’album ‘Iron Fist’ (ri-pubblicato in edizione speciale), è stata resa disponibile integralmente una delle ultime interviste (se non l’ultima) a “Fast” Eddie Clarke, raccolta qualche mese prima della sua scomparsa da Howard Johnson, direttore della rivista Rock Candy.

Un’intervista durata ben due ore che mette in mostra ogni aspetto della vita e della carriera di Clarke. Tutto inizia con il chitarrista che ricorda il suo ingresso nei Motörhead; Eddie racconta: <<Phil Taylor (il batterista, ndA) mi ha telefonato e mi ha detto: “Ti va di suonare nella mia band?” Non stavo facendo niente, quindi ho detto che avrei preso in considerazione qualsiasi cosa pur di suonare. Phil mi ha detto che faceva parte di un gruppo chiamato Motörhead. Avevo sentito parlare della band perché c’era stato un pezzo su di loro su un giornale nazionale con quella famosa citazione: “Se ci trasferiamo nella porta accanto a te, il tuo prato morirà”. Ho deciso di provarci!

I Motörhead avevano l’atteggiamento del tipo ‘non ce ne frega un cazzo’ e questo ha fatto temere a tutti. Tutto quello che la gente vedeva erano giacche di pelle, borchie, capelli lunghi e un linguaggio volgare.>>

“Fast” Eddie fu l’ultimo della formazione originale dei Motörhead a morire, quindi dovendo sopportare la scomparsa di Phil Taylor prima (11/11/2015) e di Lemmy Kilmister dopo (28/12/2015).

Sui suoi compagni di band Clarke ha raccontato: <<Ho sempre pensato che avessimo un affare in sospeso. Erano i miei più grandi amici e tutto ciò che ho avuto nella mia vita è venuto fuori dai Motörhead; è stato tutto grazie a quei sei anni. Ho ancora persone che si avvicinano a me tutto il tempo dicendo che la cosa migliore di sempre sono stati i Motörhead!>>

Ordina ‘Iron Fist’ (special edition 40th Anniversary) dei Motörhead in:
2 CD a questo link
3 LP a questo link

L’intera intervista, lunga ben 12 pagine, è disponibile nell’ultimo numero di Rock Candy. Per ulteriori info vi invitiamo a visitare il sito ufficiale rockcandymag.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: