MAX CAVALERA ripensa alla rottura con i SEPULTURA: “era tutto marcio dall’interno!”

MAX CAVALERA ripensa alla rottura con i SEPULTURA: “era tutto marcio dall’interno!”

Max Cavalera ha riflettuto sulla rottura della formazione classica dei Sepultura, dicendo che la situazione nella band era “marcia dall’interno”.

La band brasiliana si “ruppe” nel 1996 con l’uscita di Max dopo che il resto della band si sciolse da sua moglie Gloria come manager. Suo fratello, il batterista Igor Cavalera, rimase con il gruppo per altri dieci anni prima di lasciare i Sepultura e riunirsi con Max nei Cavalera Conspiracy.

Sebbene i Sepultura abbiano mantenuto una base di fans irriducibili in tutte le parti del mondo durante i quasi quattro decenni di storia della band, gli album dell’era Max ‘Roots’ e ‘Chaos A.D.’ furono di gran lunga i più riusciti commercialmente, essendo stati entrambi certificati oro negli Stati Uniti per vendite superiori a cinquecentomila copie.

Max Cavalera ha ripensato al suo ultimo album con i Sepultura durante una nuovissima intervista con i francesi Heavy1/Hard Force. Il musicista ha raccontato: <<L’intera faccenda di ‘Roots’ è un momento molto confuso nella mia vita, perché non pensavo di sapere come affrontare molto bene l’intera faccenda della fama, specialmente in Brasile. Siamo andati in Brasile, e il disco è stato enorme – davvero grande; grande come i Beatles. E ricordo che ho provato ad andare al centro commerciale con mia moglie e siamo stati assaliti. E sapevo che il 70% delle persone non possedeva un disco dei Sepultura; era solo la curiosità della celebrità. E questo mi ha davvero infastidito. Era tipo, “Sì, a tutte queste persone, non gliene frega un cazzo. Sono solo lì. È una cosa. Non capisco questa cosa”. Quindi ho lottato un pò con questa situazione. A quel tempo bevevo molto e assumevo droghe. Quindi ero selvaggio. E, naturalmente, segnato da gloria e tragedia. Nello stesso momento in cui stai commemorando questo grande album, c’è una grande tragedia proprio nel mezzo della cosa, che è la morte di Dana (riferendosi alla morte dell’agosto 1996 del suo figliastro). Ed è amaro, amico. Non credo di essermi mai goduto appieno ciò che ‘Roots’ ha portato a causa di questo. È stato tagliato a metà, per questo motivo. Ma questa è la vita, amico!>>

Alla domanda se la morte di Dana fosse il punto di partenza per molti dei disaccordi che hanno portato alla rottura finale della formazione classica dei Sepultura, Max ha risposto:
<<La situazione nella band era andata male anche prima. Non era l’inizio di quello, ma si è aggiunto al resto. E uno dei motivi principali per cui è stato aggiunto – molte persone non conoscono la storia – eravamo in Inghilterra, pronti a suonare al Monsters Of Rock festival di Donington con Ozzy Osbourne. E abbiamo ricevuto la notizia che Dana era morto. E mia moglie era in totale disperazione. E io sono suo marito… dovevo confortarla. Così sono volato in America per stare con lei. E ho scoperto in seguito che la moglie di Andreas Kisser ha cercato di muovere il corpo, ha cercato di rubare il corpo di Dana e ha cercato di farlo seppellire molto velocemente in modo che potessimo tornare in tour.

E questo è – andiamo, amico. Ero tipo, “Chi lo fa?” Mi ha fatto seriamente pensare alle persone con cui sto facendo musica. Quelli sono i miei veri amici? E’ stato fonte di confusione, amico. E poi è peggiorato tutto perché, alla fine, si sono uniti, incluso mio fratello – non posso metterlo fuori da quella cosa; ne faceva parte: era come un ammutinamento. I tre ragazzi contro di me e contro Gloria. Quindi non le avrebbero parlato. Quell’ultimo tour europeo è stato solo pura miseria; era miserabile. Ovviamente, non si vedeva nella musica; la musica era fantastica e gli spettacoli erano fantastici. Ma le altre 23 ore della giornata erano fottutamente infelici, cercando di affrontarlo. E alla fine il contratto si è concluso. La stampa dice sempre che Gloria è stata licenziata da quei ragazzi, ma non è vero. Il suo contratto è stato effettivamente concluso; ha deciso di non rinnovarlo. In effetti, mi ha detto: “Vai con loro se vuoi. È la vostra scelta. Non costringermi a trattenerti”. E non potevo farlo a causa di cose del genere. C’è quel genere di cose che succedono – cose pesanti.>>

Secondo Cavalera, c’erano altre differenze che hanno contribuito alla scissione, incluso il resto delle aspirazioni della band a lavorare con figure più affermate e importanti all’interno dell’industria musicale.

<<Avevano idee diverse>> dice Max. <<Una delle idee principali era sostituire Gloria e molti della nostra crew con persone molto “professionali” e grandi. E a me, sembra una cosa incasinata da fare, dove le persone che ti hanno aiutato ad arrivare dove sei erano queste persone, e ora che sei grande e di successo, ora puoi assumere chiunque. Dici solo, “Va bene. Vaffanculo. Hai finito. La tua merda è finita. Andiamo con queste persone di successo”. Non ero d’accordo, perché penso che tutto stesse andando bene. Stavamo organizzando tutti i principali festival; avremmo dovuto fare da headliner al Big Day Out in Australia, quindi non poteva essere un manager così cattivo, come l’hanno immaginato.

Onestamente, penso che la cosa migliore che avremmo potuto fare sarebbe stata prenderci un intero anno di ferie, e tutti dovevamo andare da qualche parte, schiarirci le idee e tornare un anno dopo, e parlarne. Ma anche con quello, non c’era rimedio. È tutto rotto – la cosa si è rotta. Era tutto marcio, amico, dall’interno. C’era bisogno di qualcosa e alla fine ciò di c’era bisogno era la separazione.>>

Nella foto sotto, i Sepultura nel periodo con Max Cavalera:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: