Manowar: “Non ci saranno mai più musicisti come noi”

Ah, finalmente..
Erano secoli che non vedevo l’ora di scrivere un articolo su uno dei miei idoli di sempre, la star più egocentrica, vanitosa, “cafona”, esibizionista, sfacciata ( e la finisco qui altrimenti andrei avanti ) del mondo metal.
Un pilastro nel suo genere, una star perennemente 20enne nei suoi quasi 65 anni, un individuo che nonostante collezioni nel suo carattere quei classici difetti per risultare antipatico a tutti non può che non piacere e suscitare ammirazione, venerazione, leader di un esercito di fan sfegatati: DeMaio rimane una di quelle classiche persone arrivata all’apice di una carriera che continua a riscuotere successi mediante esclusivamente il ricordo di anni d’oro che furono, uno di quei musicisti per il quale non è mai arrivato e non arriverà mai il momento di appender il basso al chiodo, uno di quei frontman che può permettersi di essere ma soprattutto dire ciò che vuole, come vuole e quando vuole.

L’ultima uscita del nostro leader dei Manowar non ha potuto che suscitare ancora più stupore, dibattito, clamore più di quanto abbia suscitato in tutte le sue precedenti interviste: dure, pesanti, dirette le sue parole a Kaaos Tv, frasi sputate a fuoco dopo aver ricordato la leggenda Lemmy.

Riportiamo direttamente le sue parole:

<<Ci saranno sempre musicisti grandiosi, ci sarà sempre qualcuno che sarà visto come un eroe dai propri fan.
Ma la generazione di musicisti di cui io faccio parte e quella prima di me, come quella di 
Ronnie Dio, non ci sarà più.

Non ci sarà più gente come noi, perché siamo cresciuti in un momento in cui la musica era diversa e il metal era diverso. Sei ciò che sei in base alle tue influenze musicali, in base alla scena in cui vivi. Noi siamo stati fortunati, siamo cresciuti nel momento in cui il metal stava esplodendo e c’erano tante band. Voglio dire, non sento dei nuovi Judas Priest là fuori. Voi sì? Non sento dei nuovi Manowar o dei nuovi Kiss. E non credo che ce ne saranno.

Ovviamente ci sarà del metal, ci saranno nuove rock band, concerti e gente che si divertirà, ma c’è un motivo se le band che ci sono adesso non sono headliner di questi concerti. Non sono molti coloro in grado di mettere insieme 40,000 persone>>.

Personalmente, non posso che essere d’accordo con il discorso di DeMaio.
Attendo con ansia di leggere i vostri commenti fratelli metalhead!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*