KORN: Brian “Head” Welch spiega perché la band non ama i “bis” a fine concerto

KORN: Brian “Head” Welch spiega perché la band non ama i “bis” a fine concerto

Brian “Head” Welch, chitarrista dei Korn, ha valutato il rito del “bis” durante gli eventi di musica dal vivo.

Tornare sul palco per il bis è diventato quasi una formalità in quasi tutti i concerti, per cui una band finirà il suo set regolare, uscirà dal palco e poi tornerà pochi minuti dopo e suonerà un altro paio di canzoni. In effetti, il bis è diventato così automatico che i musicisti sanno prima ancora che uno spettacolo inizi quanti bis suoneranno e quali canzoni includeranno.

Parlando al podcast ‘Bringin’ it Backwards’, Welch ha espresso il suo sgomento per la prospettiva dell’auto-encore, dicendo: <<Non siamo mai stati una band da bis, amico. Ne discutevamo, dicendo: “È così scadente, amico. È così scadente. Lo vogliono così tanto, ma… Non facciamo i bis”. Dicevamo alla stampa: “Non facciamo i bis. Diamo il massimo e poi abbiamo finito!” E poi i fan hanno iniziato ad arrabbiarsi, specialmente i fan di diversi paesi. Dicono, “È irrispettoso se non torni indietro”. Quindi abbiamo dovuto farlo. E fino ad oggi, non lo amiamo davvero. Perché tutti se lo aspettano e ora non tifano per questo. Dicono solo ‘Okay’. … È come se tu volessi finire, e poi la folla ti chiederà di ritirarti con un applauso. Ecco a cosa erano destinati i bis. Ma ora è tutto andato a puttane.>>

Altre band, come The Strokes e Arctic Monkeys, si erano precedentemente rifiutate di suonare i bis ai loro concerti.

I Korn hanno rilasciato il loro ultimo album, ‘The Nothing’, il 13 settembre 2019 per Roadrunner Records.

KORN, Brian Welch: “nel 2021 arriveranno cose eccitanti!”

Il tuo biglietto su TicketOne.it

Concerti Metal - Concerti Rock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: