Intervista ai Violentor

Intervista ai Violentor

19 Marzo 2016 0 Di Francesco P. Russo

Vi parlai già degli speed / thrash metallers Violentor in due occasioni: il loro album ‘Rot’ del 2012 e del più recente ‘Maniacs’,  – uscito la scorsa estate tramite Go Fuck Yourself Productions. Quest’oggi ho il piacere di proporre un’intervista alla band per portarla un po’ meglio al cospetto di chi ancora non li conosce o di chi li conosce già e magari vorrebbe saperne di più.

A parere di chi scrive una delle non molte band realmente attitudinali ed afferrati alla filosofia metal old school con tanta passione e genuinità – anche con l’indole “fuck off and die”, azzeccatissima al contesto!

Cari lettori ecco i Violentor!

Benvenuti su Suoni Distorti Magazine. Dopo aver ascoltato e recensito i vostri ultimi due album ‘Rot’ e ‘Maniacs’ è giunta l’ora di portarvi al cospetto di chi ci segue. Per chi ancora non dovesse conoscervi, chi sono i Violentor? E per chi, invece, vi conosce già, cosa sono i Violentor ad oggi dopo più di un lustro d’attività?

I Violentor sono ROT basso, Dog chitarra e voce, Iago Batteria. Siamo al 3° disco dal 2009. Suoniamo metal.

Da cosa sono partiti i Violentor e dove vorrebbero arrivare? Avete un punto prefissato per la vostra carriera da raggiungere?

Siamo partiti per fare quello che ci piace, fare dischi e suonare live. Obbiettivi non ce ne sono, la carriera musicale non conta per noi, conta condividere la musica, girare il mondo, fare festa e ubriacarsi. Questo è il rock n’ roll!

Passiamo al vostro nuovo album ‘Maniacs’. Sebbene si ponga nella stessa vena stilistica dei due precedenti dischi, ho notato (correggetemi se sbaglio) una certa velatura sonora più massiccia e violenta,
ma soprattutto una migliore resa sonora. Vi và di illustrarci il lavoro che si cela dietro il disco?

‘Maniacs’ è il disco più devastante e veloce dei precedenti. Abbiamo registrato in presa diretta tutti insieme per la prima volta ed il sound è grandioso.  Siamo più che soddisfatti e abbiamo avuto parecchie buone recensioni. Rimarremo sempre attaccati al thrash e al metal classico e abbiamo sempre cercato di mescolare le nostre influenze nello scrivere i pezzi in tutti e 3 i dischi, diversi o uguali che siano sono tutti personali e rappresentano la nostra crescita.

La band non ha regole, suoniamo insieme per preparare il live e per scrivere le canzoni, le idee saltano sempre fuori da qualsiasi cosa, pure dalle stronzate.

Per ‘Maniacs’ era tempo di mettere su disco quello che avevamo scritto dopo ‘Rot’. Avevamo un tour in programma per ottobre, a maggio 2015 abbiamo registrato e a luglio il disco è uscito per la Go Fuck Yourself productions.

Il lavoro dietro al disco non è stato difficile, ci sono tante cose da dire e tutto viene da sè.  Abbiamo 30 dischi da scrivere…

Violentor cover art Maniacs 2015Dai “brani d’attacco” del passato siete giunti a toccare anche tematiche più “serie” (concedetemi il termine) scrutando nelle lyrics un tema come i serial killers, seppur non manchino pezzi nel vostro usuale stile. A cosa è stata dovuta questa scelta?

Non abbiamo parlato dei serial killer ma del SERIAL KILLER italiano il mostro di Firenze, per la sua storia oscura che non vede ancora un colpevole certo. C’è il Pacciani come guest vocal nella titletrack ‘Maniacs’

Comunque i brani di attacco ci sono, tanti i doppisensi e le canzoni hanno sempre vari significati, legati all’ horror, alla vicenda del mostro, oppure, da buoni elegantoni quali siamo, zeppi di bei sonori “andatevene a fanculo”.

Per quanto riguarda quelli che ho definito “brani d’attacco”, cos’è che vi fa rodere talmente il fegato da decidere “cazzo ora ci scrivo una canzone”?

La razza umana!

Sono chiari i vostri riferimenti, per quanto riguarda la parte sonora, alla vecchia scuola all’epoca rappresentata da Bulldozer, Slayer, Motorhead, Sodom, Venom e compagnia varia; di cui vi fate porta bandiera non solo musicalmente ma anche come genuina attitudine (che non accade spesso come molti vorrebbero palesare nei vari social network). Cosa contiene quella gloriosa ed indimenticabile scena che attira così tanto i Violentor?

Alcohol, droga, rock n’roll e Satana e dischi!

Per quanto riguarda il processo compositivo; partecipate tutti alla realizzazione dei vostri brani o ognuno ha un suo compito prestabilito? Raccontateci come nasce un classico pezzo dei Violentor…

Di solito in sala prove, la struttura delle canzoni viene molto spesso da improvvisazione durante le prove. Ci siamo trovati a fissare la data per cominciare a scrivere le canzoni, con nulla in mente e quando abbiamo provato abbiamo cominciato a scrivere i pezzi, abbiamo tanti impegni quindi dobbiamo rispettare un po’ i tempi a disposizione, per esempio a maggio dell’ anno scorso dovevamo essere pronti x registrare, quindi i pezzi per maggio dovevano essere finiti. In 3 mesi abbiamo chiuso tutta la setlist, fatto copertina, e tutto pronto per uscire.

In fase di recensione ho evitato di parlare dell’outro di ‘Maniacs’, una sorta di canzone popolare, poichè non ne sono a conoscenza e di cui non so praticamente nulla. Di che si tratta?

La filastrocca del mostro di Firenze.

State portando in giro i brani del nuovo album in sede live. Volete indicarci i prossimi appuntamenti che vi vedranno calpestare i palchi?

  • April 2 – Circus Club Firenze IT
  • May 7 – Anthems of Steel Metal Fest Bressuire FRA

LIVE IN SOUTH OF ITALY “The Ecalation” (First time ever!!)

  • W/ Bunker 66
  • May 12 TBA
  • May 13 Palermo
  • May 14 Reggio Calabria

ITALIAN SPEED METAL HELL IN THE US tour 2016
w/ Baphomet’s Blood

  • July 16 Chicago, IL
    July 16 Silver Spring, MD
    July 17 Brooklyn, NY
    July 18 Boston, MA
    July 19 Buffalo, NY
    July 20 Louisville, KY
    July 21 Memphis, TN
    July 22 Houston, TX
    July 23 San Antonio, TX
    July 24 Oklahoma City, OK
    July 25 Denver, CO
    July 26 El Paso, TX
    July 27 Tucson, AZ
    July 28 Los Angeles, CA
    July 29 Oakland, CA
    July 30 Portland, OR

VILE VOMIT AND VIOLENT ESCISSIONS US Tour
w/Peucharist (USA)

  • July 31 – August 20 TBA
  • 30 Sept – Europe TBA
  • 01 Oct – No Compromise Metal Fest Lorraine BEL

Anche se potrebbe sembrare acerba come cosa, ma avete già in mente qualche idea sul prossimo album? C’è qualcosa che bolle in pentola sul futuro dei Violentor?

Stiamo già scrivendo dei pezzi nuovi che faranno parte del nuovo Italian Bastards ep che uscirà per luglio. Dentro ci saranno 4 nuove tracks + 2 unreleased tracks + 3 live tracks

Giunti in dirittura d’arrivo vi ringrazio per il tempo dedicatoci augurandovi sempre il meglio per la carriera e per la vita. A voi le ultime parole e a presto!

Grazie per l’intervista e del supporto!

Violentor

I Violentor su facebook

Intervista a cura di Francesco “Chiodometallico” Russo