I THE GATHERING stanno registrando un nuovo album dopo quasi un decennio

I THE GATHERING stanno registrando un nuovo album dopo quasi un decennio

Hans Rutten, batterista dei The Gathering, ha confermato che lui ei suoi compagni di band stanno lavorando al loro primo album in studio in quasi un decennio.

Il musicista durante una recentissima intervista con la portoghese Underground’s Voice ha affermato: <<Abbiamo registrato molto, possiamo dire. Abbiamo molto materiale. E abbiamo deciso di lavorare con Attie Bauw – è il produttore del nuovo album. E ha anche lavorato a ‘Home’ (2006) e ‘How To Measure A Planet?’ (1998). Conosciamo Attie abbastanza bene, è un nostro amico. Con questo materiale, abbiamo davvero pensato che sarebbe stato bello avere un produttore, non fare tutto da soli, ma questa volta usare la sua magia. Abbiamo registrato quasi tutto. Dobbiamo ancora registrare la voce e alcune cose, quindi non abbiamo ancora finito. Ma cosa posso dire al riguardo? È un grande viaggio. È una grande avventura!>>

Riguardo alla direzione musicale del nuovo materiale dei The Gathering, Hans ha detto: <<È difficile per me capire come suona, esprimerlo a parole, davvero. Puoi sentire che Attie sta lavorando con noi; Certamente. E, sì, ne sono molto entusiasta, ma ogni musicista è sempre entusiasta del suo nuovo album. Trovo abbastanza difficile dire qualcosa al riguardo. Penso che le persone debbano ascoltarlo. Quindi speriamo di finirlo presto, e poi potremo mostrarlo al mondo, in effetti, come suona.>>

Su quando uscirà il disco, il batterista ha spiegato: <<il virus è in corso – lo sanno tutti – ma vogliamo davvero pubblicarlo quest’anno. Quindi puntiamo dopo l’estate, ma dipende dalle registrazioni. Vogliamo registrare con Silje (Wergeland, la cantante norvegese dei The Gathering), ovviamente. È difficile viaggiare adesso. È l’idea che venga in Olanda per registrare la voce, ma è difficile a causa del virus. Quindi stiamo cercando forse altre possibilità. Ma la cosa principale è che vogliamo davvero avere un nuovo album quest’anno!>>

Rutten ha anche parlato di com’è lavorare al primo album dei The Gathering dopo quasi un decennio, in quanto l’ultimo ‘Afterwords’ risale al 2013. Ha detto: <<Non vediamo ‘Afterwords’ come l’ultimo album in studio. Vediamo tutti ‘Disclosure’ (2012) come il nostro ultimo album in studio, e ‘Afterwords’ è stato più o meno un after-party di ‘Disclosure’. Frank (Boeijen, il tastierista) e René (Rutten, il chitarrista) volevano davvero fare alcune cose extra – fare remix. Avevamo alcuni suoni in corso e alcune idee, quindi ci siamo trasformati in una sorta di “mini album”, forse. Ma detto questo, non lo vediamo come un album completo dei The Gathering, più come una sorta di Ep o cose simili.

Secondo Hans, i tempi di inattività durante la pandemia di coronavirus hanno offerto a lui e ai suoi compagni di band l’opportunità perfetta di concentrarsi sulla realizzazione di un nuovo album.

<<È strano, perché andare in tour è davvero impossibile>> sostiene Hans. <<Tutto è incerto, specialmente quest’anno, e temo che ci vorrà un pò prima di poter tornare on the road; diventerà difficile andare in tour. D’altra parte, quello che possiamo fare è creare nuova musica, e puoi farlo a distanza, ovviamente: inviare file, inviare idee l’un l’altro. E questa è la cosa che possiamo fare, ed è quello che abbiamo fatto l’anno scorso, nel 2020. Quindi abbiamo provato davvero a concentrarci sulla creazione di nuovo materiale – scriverlo, parlarne… L’obiettivo principale era davvero scrivere. E, sì, il virus, cosa possiamo fare? Cosa possiamo dire al riguardo? Ha influenzato la nuova musica. Penso di sì, ma d’altra parte è difficile dirlo perché ne siamo ancora coinvolti. È difficile dire qualcosa al riguardo. Penso che dobbiamo aspettare dopo tutto. Quando sarà tutto finito, forse possiamo dire qual è stata l’influenza. Ma è difficile dirlo in questo momento!>>

gathering.nl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: