I Fear Factory lanciano un crowdfunding per il nuovo album

I Fear Factory lanciano un crowdfunding per il nuovo album

FEAR FACTORY Il chitarrista dei FEAR FACTORY Dino Cazares ha lanciato un crowdfunding sul sito GoFundMe per contribuire ai costi di produzione del nuovo album della band.

In seguito, Burton C.Bell (cantante che ha guidato il gruppo sin dalle origini) ha quasi immediatamente pubblicato un messaggio sui propri account Facebook e Instagram ufficiali dicendo che “non fa parte” e non “trae vantaggio” da alcuna campagna GoFundMe. Ha aggiunto l’hashtag “#fearfactory”. Ciò ha portato a confusione tra alcuni fan di FEAR FACTORY, soprattutto perché Dino aveva già indicato che la voce solista di Bell sarebbe stata inclusa nel disco in arrivo.

In risposta alle crescenti domande riguardanti lo scopo esatto della campagna GoFundMe, Cazares ha rilasciato oggi la seguente dichiarazione:

“I FEAR FACTORY hanno superato il limite di prestiti alla casa discografica per completare la nuova versione dell’album. Per questo, e solo per questo, si è deciso di chiedere donazioni esterne.

Non si tratta di una truffa – continua Cazares – Tutte le donazioni servono a coprire i costi di produzione appena sostenuti e non le spese legali personali di nessuno. Nella versione precedente della registrazione dell’album, che è stata completata nel 2017, aveva una batteria programmata. Ho deciso di non commettere più quell’errore e ho chiesto a Mike Heller di eseguire la batteria dal vivo sul disco. In seguito ho capito che dovevo remixar le chitarre e il basso per adattarsi ancora meglio.

Ho anche deciso di aggiungere nuove tastiere, di Rhys Fulber e di altri tastieristi. Damien Rainaud ha assunto le funzioni di produzione per tutto questo, e Andy Sneap si sta occupando del missaggio e del mastering. Lo hanno fatto tutti un lavoro fantastico su “Genexus”, e ho deciso di rimetterli in gioco per il nuovo album. La voce solista di Burton, anch’essa registrata per intero nel 2017, rimarrà nella nuova versione dell’album.”

La campagna di raccolta fondi dei FEAR FACTORY segna la prima attività pubblica della band da quando ha completato un tour da headliner negli Stati Uniti del 2016, in cui suonavano per intero dal vivo l’intero album Demanufacture.

In un’intervista del novembre 2018, Bell aveva affermato che i FEAR FACTORY avevano completato un nuovo album provvisoriamente intitolato “Monolith“, chiarendo pero’ che c’erano delle questioni legali in sospeso da risolvere prima della sua uscita. Restate sintonizzati per saperne di più nei prossimi giorni…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: