Hell in the Club + Cream Pie + Flehmen @ Dagda Live Club: il report della serata!

Hell in the Club + Cream Pie + Flehmen @ Dagda Live Club: il report della serata!

Serata 12011347_838925062895694_6577716387614616915_npre Halloween al Dagda Live Club di Borgo Priolo (PV), lo scorso venerdì 30 ottobre. A riscaldare l’oltrepo pavese, luogo notoriamente freddo e nebbioso quando l’autunno entra nel vivo, ci hanno pensato i tre gruppi che hanno calcato il palco in quella che è stata anche la serata di chiusura stagionale per il locale pavese, che riaprirà poi la prossima primavera continuando a proporre, come nella stagione appena conclusa, gruppi di livello anche internazionale, sempre con un occhio di riguardo per quelle che sono le realtà più interessanti del panorama rock, metal e non solo. Tornando alla serata di cui stiamo parlando, le tre band in scaletta, Flehmen, Cream Pie ed Hell in the Club, sono i nomi scelti per concludere la stagione in bellezza.

Si comincia con i vogheresi Flehmen, post metallers aggressivi quel tanto che basta per dare il via alla serata in maniera graffiante, personalmente essendo la seconda volta che ho il piacere di assistere ad una loro esibizione live, in questa occasione ho potuto apprezzare maggiormente rispetto alla prima volta, il loro sound, il loro stile sul palco e il modo di proporsi al pubblico, con la giusta cattiveria scenica unita a brani dalle sonorità decisamente potenti. Un gruppo che nella zona è sicuramente un nome di riferimento per quanto riguarda il genere a cui i Flehmen appartengono.

IMG_0119

Si prosegue con i milanesi Cream Pie, che tra l’altro nel 2015 festeggiano dieci anni di carriera, un gruppo di cui avevamo già parlato insieme al loro frontman, Rachel O’Neill in un’intervista e che finalmente ho potuto ascoltare live. Impressioni estremamente positive, belli da vedere sul palco anche grazie al loro stile inconfondibile e totalmente accattivante. Sottolineo la presenza della bellissima, oltre che bravissima, Chiara alla batteria, elemento che aggiunge particolarità ad una band che già di per se non può passare inosservata.

Sul palco vengono proposti brani come “Tiger” e la bellissima “No Love Remains”, l’hard rock dei Cream Pie passa da influenze tipiche del sound riconducibile agli anni 80 a quelle più moderne dettate anche dal background artistico dei membri della band, che, come ci hanno raccontato nell’intervista di cui sopra, vanta anche numerose date e tour all’estero durante la loro decennale carriera.

IMG_0261
Headliner di questa “pre Halloween night”, un gruppo che non necessita di presentazioni, gli Hell in the Club, hard rockers che hanno da poco presentato il nuovo batterista, Marco Lancs, che si aggiunge a una line up già eccezionale in quanto comprende la presenza di Dave (Elvenking) alla voce, Andy (Secret Sphere) al basso e Picco alla chitarra. Grazie alla loro bravura come musicisti e ad una presenza scenica a dir poco spettacolare, gli Hell in the Club conquistano il pubblico coinvolgendolo in un’ora abbondante di coinvolgimento totale.

Bellissima la versione live di “Devil on my Shoulder” ma anche altri brani che vengono proposti, come ad esempio “Muse” o “We Are the Ones”, per concludere, quando il pubblico presente chiede la classica one more song, con la cover di “Highway to Hell” (Ac/Dc).

IMG_0600
Gran bella serata in conclusione, tre ottime band e tanti grandi artisti che meritano senza alcun dubbio i successi che hanno raggiunto nel corso delle loro carriere, bellissimo il modo in cui sono stati in grado di coinvolgere il pubblico che,considerazione personale, poteva e doveva essere piu numeroso vista la qualità dei gruppi e che, si spera, si renda conto del fatto che la musica live nel nostro paese ha davvero bisogno di essere supportata.

Report & Foto a cura di Fabry C. (Qui le Gallery complete)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: