Folkstone @ Live Club (MI) 21/11/2014 – Oltre… l’Abisso Tour: il report della serata!

folkstoneNonostante il freddo che all’esterno del locale è annullato dall’affetto di una miriade di amici e di abbracci, la serata è una di quelle che sono in grado di elettrizzare. Al Live Club di Trezzo, il 21 novembre 2014 va in scena un evento che tutti i fan, me compreso, aspettavamo da tempo. Sono i Folkstone i protagonisti della serata, ma soprattutto il loro nuovo lavoro ‘Oltre…l’Abisso’ che stasera verrà presentato per la prima volta live. Attesi moltissimi fans, un po’ come per l’evento del 2012 che li vide sul palco del Palacover di Villafranca per la realizzazione del loro primo DVD live. Il locale sarà gremito e questo lo si intuisce già dalla coda all’ingresso. Ritirato il pass, eccoci pronti a vivere quello che, è certo, sarà un concerto memorabile.

Quando le luci si abbassano, il grido del pubblico che chiama i suoi beniamini è un’immensa, unica voce che inonda letteralmente tutto il locale. Una breve intro e poi via, si parte subito forte con ‘Nella Mia Fossa’, brano che scatena sin dal principio tutti quanti, arricchito dalla coreografica esplosione di fuoco sul palco.

Photo89

Il nuovo album è particolarmente coinvolgente, differente dal precedente ma altrettanto carico di intense emozioni, e questo è evidente dai testi, capaci di catturare il pubblico, a tratti addirittura commuovendo per il modo in cui i temi di cui i brani parlano, vengono portati sul palco.

La scaletta comprende quasi tutti i brani del nuovo album ‘Oltre…l’Abisso’ e alcuni dei più celebri pezzi degli album precedenti, come ad esempio ‘Folkstone’, ‘Luna’, ‘Anime Dannate’, ‘Simone Pianetti’ e le immancabili ‘Rocce Nere’ e ‘Con Passo Pesante’ con cui si è concluso il concerto, oltre ad una versione davvero particolare di ‘Frammenti’, portata in scena con la voce del Lore accompagnata da Fidel Fogaroli al pianoforte. Immancabile anche ‘Un’altra Volta Ancora’ cantata dalla sempre grintosa Roby, che in questo nuovo album, affianca il Lore anche nel brano ‘Mercanti Anonimi’.

Photo45Tra i pezzi più coinvolgenti del nuovo album spiccano per intensità ‘Soffio di Attimi’, che gran parte del pubblico ascolta tra abbracci e momenti di pura emozione, ‘Ruggine’ e ‘Oltre l’Abisso’, che sottolineano l’enorme crescita del gruppo sotto tutti i profili, non che per il coinvolgimento emotivo che, devo ammettere, era davvero complesso non cogliere. L’unica assenza “di peso” nella scaletta ha riguardato ‘Le Voci Della Sera’, che molti si aspettavano di ascoltare dal vivo ma che non è stata inclusa tra le canzoni portate in scena.

Attesa più che ripagata quindi, per tutti quelli che come me conoscono e apprezzano lo stile e il lavoro dei Folkstone, e che attendevano questo album da diverso tempo. Una serata che, personalmente, oserei definire perfetta, per il carico di atmosfera e per la gioia di ritrovare centinaia di amici, sopra e sotto al palco. E se questa era solamente la prima data di questo nuovo tour, è lecito pensare che il successo dei Folkstone merita di aumentare di serata in serata. Al grido “Folkstone! Folkstone!” tutta la Marmaglia si è ritrovata in quello che è un vero e proprio Tempio della Musica, ed è giusto dire, per citare alcune parti dei testi di questi grandissimi artisti, non appena sono comparsi sul palco in quella stupenda coreografia infuocata, che <<Con passo pesante- tutti quanti abbiamo intrapreso un viaggio di due ore abbondanti verso -qualcosa che si chiama Libertà>>!

Setlist:

  1. Nella mia fossa
  2. Fuori sincronia
  3. La 13esima ora
  4. Freri
  5. In caduta libera
  6. Frammenti
  7. Non sarò mai
  8. Oltre l’abisso
  9. Mercanti anonimi
  10. L’ultima notte
  11. Alza il corno
  12. Anime dannate
  13. Prua contro il nulla
  14. Soffio di attimi
  15. Simone Pianetti
  16. Ruggine
  17. Folkstone
  18. Un’altra volta ancora
  19. Manifesto sbiadito
  20. Luna
  21. Grigie maree
  22. Nebbie
  23. Omnia fert aetas
  24. Rocce nere
  25. Con passo pesante

A cura di Fabry C. (foto* dello stesso autore – Stolen Istants)

*sotto alcuni scatti, tutti gli altri nell’album dedicato su facebook.

Photo144

 

About Francesco Chiodometallico 10559 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà underground in ambito Metal / Rock e nell'organizzazione di eventi. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*