DYLAN DOG e VASCO ROSSI insieme per tre episodi: “Sally”, “Albachiara” e “Jenny è pazza”

DYLAN DOG e VASCO ROSSI insieme per tre episodi: “Sally”, “Albachiara” e “Jenny è pazza”

Dylan Dog e Vasco Rossi, due personaggi che non presentano punti di contatto o situazioni che li possano accomunare, eppure, l’Indagatore dell’Icubo più famoso del mondo, creato da Tiziano Sclavi, si troverà insieme al rocker di Zocca rendendogli omaggio.

Tre saranno i prossimi numeri di Dylan Dog (della Sergio Bonelli Editore) dedicati ad altrettante canzoni di Vasco, quali ‘Sally’, ‘Albachiara’ e ‘Jenny è pazza’, nei quali apparirà nella storia il celebre rocker emiliano.

La prima delle tre storie confermate, ‘Sally’, sarà contenuta nell’albo n° 418 che uscirà il 30 giugno prossimo (mentre gli altri a Luglio e Agosto). Si tratta di una storia d’amore e ossessione, in bilico tra emozioni, memoria, morte e follia, come nella miglior tradizione dell’Indagatore dell’Incubo, firmata da Paola Barbato e dal Maestro delle Ombre Corrado Roi.

Tutti e tre gli albi, curati da Roberto Recchioni, saranno come sempre disponibili in edicola, in fumetteria e sul sito di Sergio Bonelli Editore.

Vasco Rossi ci spiega: <<Ho sempre amato la sintesi e i fumetti in questo son perfetti: il racconto si dipana per immagini e poche parole ma quelle che bastano a farti capire un mondo intero di cose. Il mio percorso direi che va da Nembo Kid a Tex Willer per arrivare fino a Dylan Dog, il più colto, raffinato e impegnato, il suo mondo visionario mi ha affascinato. Ancora oggi è per me un mito e sono strafelice di incontrarlo. A proposito, da Dylan Dog sono passato direttamente ai libri di filosofia.>>

Tiziano Sclavi, invece, racconta: <<Una volta ho fatto un sogno. Di solito i miei sogni sono incubi paurosi e disperati, ma quello, caso più unico che raro, era felice. Non ricordo come si svolgeva, so solo che a un certo punto cantavo Voglio una vita spericolata. Era indubbiamente un segno. Segno che qualcosa di Vasco mi era entrato nel profondo.>>

Michele Masiero, Direttore Editoriale di Sergio Bonelli Editore, ha concluso dicendo: <<È curioso come gli aggettivi che si possono usare per Vasco e per Dylan siano facilmente intercambiabili tra i due: ribelle, insofferente agli schemi, determinato eppure fragile, disilluso eppure vitale. Insomma, umano, molto umano. Inevitabile, quindi, che fossero destinati a incontrarsi.>>

Di seguito la copertina di ‘Sally’:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: