DEAD KENNEDYS: il batterista D.H. Peligro è morto per una caduta

DEAD KENNEDYS: il batterista D.H. Peligro è morto per una caduta

D.H. Peligro, all’anagrafe Darren Henley, batterista dei Dead Kennedys, è morto all’età di 63 anni. Il decesso, come si evince dal rapporto della polizia locale, è avvenuto due giorni fa, il 28 ottobre, a causa di un trauma cranico dovuto ad una caduta accidentale in casa propria, a Los Angeles.

I Dead Kennedys hanno emanato un comunicato nel quale si legge:
<<Il batterista dei Dead Kennedys D.H. Peligro (Darren Henley) è morto presso la sua casa di Los Angeles ieri, 28 ottobre. La polizia arrivata sul posto ha dichiarato che è deceduto per un trauma alla testa causato da una caduta accidentale. I funerali verranno annunciati nei prossimi giorni. Vi chiediamo di rispettare la privacy della famiglia in questo momento difficile.
Grazie per i vostri pensieri e le vostre parole di conforto.>>

R.I.P. D.H!

D.H. Peligro entrò nei Dead Kennedys all’inizio del 1981, prendendo il posto del defezionario Ted. Con la band registrò tre dei quattro album dati alle stampe: ‘Plastic Surgery Disasters’ del 1982, ‘Frankenchrist’ del 1985 e ‘Bedtime for Democracy’ del 1986. Ovviamente appare anche nell’Ep ‘In God We Trust, Inc.’ del 1981 e nei live album ‘Mutiny on the Bay’ del 2001 e ‘Live at the Deaf Club’ del 2004.

Il batterista ha anche suonato in formazioni quali anche con Red Hot Chili Peppers, Nailbomb, Feederz, Lock-Up, The Two Free Stooges e SSI; oltre che esser stato frontman dei suoi Peligro, che pubblicarono tre album.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: