WATERCRISIS – Sleeping Sickness

Il 2018 segna per i Watercrisis l’uscita del primo album, per l’etichetta Volcano Records & Production. ‘Sleeping Sickness’, uscito ad aprile, si inserisce per sonorità nel genere stoner, rivisitato dalla  band a modo proprio, fondamentalmente come strumento per lasciare traccia del loro mondo interiore.

La prima traccia ‘Check in’ è una intro semplice che scorre veloce mettendoci a nostro agio, ed in un paio di minuti riassume le componenti fondamentali dell’album. Ma solo in parte dato che a pochi secondi dall’inizio della traccia successiva, ‘The Hostesses Die Alone’, ci viene sbattuta in faccia senza preamboli la voce di Caterina Salzano.

I richiami alle sonorità più tipiche del genere sono evidenti fin da subito, anche se non si tratta di una pedissequa copia del passato, alle volte sembra di tornare negli anni 70 anche se è evidente un approccio moderno alle sonorità. Voce e chitarra sono i due elementi maggiormente caratterizzano i brani, alternandosi alla batteria e a parti solo acustiche che danno maggiore spessore  al lato più emotivo dei brani. Le canzoni si susseguono tratteggiando un mondo oscuro, con apici come in ‘Rotten Petals’, in frammenti dove la voce, già di suo aggressiva, viene processata per essere ancor più d’impatto.

‘It Drive You  so Mad’ stacca dai brani precedenti con ritmi più veloci che frenano in pochi beat per dar spazio a parti più lente, mentre un bel giro di basso ci introduce il brano successivo ‘Another Day Like The Other’ dove si mantiene lo stile  accelerato. Si ritorna alla forma mentis del album con ‘The Void’ con suoni molto più d’atmosfera. Si arriva poi a ‘Mortal Lien’ (guarda il video), secondo me il brano più completo del disco, caratterizzato da tutti quei suoni che sono il nucleo sonoro della band.

‘Sleeping Sickness’ coclunde ottimamente l’ononimo album senza lasciare nulla in sospeso. Un buon album, che in alcuni punti mi ricorda la produzione dei Messa, distaccandosene con scelte che rendono ‘Sleeping Sickness’ un disco da ascoltare.

A cura di Luca Truzzo

  • Band: Watercrisis
  • Titolo: Sleeping Sickness
  • Anno: 2018
  • Genere: Stoner
  • Etichetta: Volcano Records & Promotion
  • Nazione: Italia

Tracklist:

  1. Check-in
  2. The Hostesses Die Alone
  3. Slaughter
  4. Rotten Petals
  5. It Drives You So Mad
  6. Another Day Like The Other
  7. The Void
  8. Mortal Lien
  9. Sleeping Sickness
About Luca Truzzo 36 Articles
Dj da quando avevo 13 anni, inizialmente ero fondamentalmente legato al mondo della musica elettronica e dei rave. Negli anni i miei gusti si sono ampliati, affiancando alla musica "tamarra" vari sottogeneri del metal. Questa evoluzione di gusti si è poi riversata anche nelle serate da dj, dove propongo anche set dedicati esclusivamente al metal, in particolare folk, post metal, industrial, nu metal e in genere l'estremo di questo mondo. Per meglio conoscere il metal mi interesso a tutto quello che ci gira attorno, cercando di sapere sempre più. Questo mi ha portato ad entrare a far parte di Radio Dimensione web dove al lunedì conduco un programma sul metal, "Underground metal", orientato ai generi meno mainstream.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*