Sound Vito Festival 2018: altre bands confermate per la nuova edizione!

Continuano a manetta i nomi confermati per la nuova edizione del Sound Vito 2018, che si terrà dal 7 al 9 Giugno prossimi a San Vito di Legnago (VR).

Dopo i primi roboanti annunci di Backyard Babies, Giuda, The Brokendolls, Superhorror, Mr. Woland, Rumatera, Joe Victor, Pinguini Tattici Nucleari e Giancane l’organizzazione ha reso nota la partecipazione di altri acts che movimenteranno uno tra i festival più attesi di quest’anno. Sul palco del Sound Vito 20018 ci saranno anche i Camillas, Da Quagga, Mondo Frowno, Il Re Tarantola e per la serata post-concerto anche Lukino Ungawa e Nic Fabris con i loro momenti sonori movimentati!

SOUND VITO FESTIVAL 2018

Giovedì 7 Giugno: 

  • Rumatera
  • Joe Victor
  • Da Quagga
  • + TBA

Venerdì 8 Giugno:

  • Backyard Babies
  • Giuda
  • The Brokendolls
  • Superhorror
  • Mr. Woland
  • Lukino Ungawa (Rock N’ Roll music selection)

Sabato 9 Giugno:

  • Pinguini Tattici Nucleari
  • I Camillas
  • Giancane
  • Mondo Frowno
  • Il Re Tarantola
  • Nic Fabris (Electro-Indi music selection)

L’evento si terrà, come già anticipato, in un’area di 10.000 m² con tanta musica e divertimento, ci sarà una zona camping, Circus Stage e Dance Floor al coperto, zona mercatini, mostre artistiche e tanto altro.

EVENTO FACEBOOK

Ma conosciamo meglio i nuovi nomi confermati

I Camillas
Sono nati a Pordenone nel 1964 come duo formato da Ruben Camillas (chitarra e voce) e Zagor Camillas (tastiera e voce), rimanendo fermi per 40 anni, fino a che il rock’n’roll non li ha chiamati. Era il 2004. Accettano e si spostano sulla Costa est. Pronti al via! Concerti, festival, matrimoni, occupazioni, strade, centri anziani, centri sociali, centri aggregazione, teatri. E poi televisione, sigle, sonorizzazione di film, laboratori di canto, inaugurazioni e chiusure di locali. Conoscono i treni per nome ed hanno visto l’alba ed i sorrisi. Poi nel 2015 è nato anche Michael Camillas che suona la batteria e adesso sono diventati tre. Nello stesso anno scrissero un libro, La Rivolta Dello Zuccherificio, uscito per il Saggiatore. In quell’anno sono arrivati pure alla finale di Italia’s got talent, scivolando lievi fra schermi e luci. Nel 2016 hanno scritto la sigla di Colorado (Italia 1) e la loro canzone Il Gioco della Palla è utilizzata nel programma della Gialappa’s (RAI4), sulle partite della nazionale di calcio e goal! E poi le loro canzoni sono dentro la serie Età dell’oro, realizzata da La Buoncostume ed in onda dai primi di dicembre 2016 su Discovery (Dplay). Registrano un disco con Flavio Giurato. Lo ascolterete. E nel 2018 uscirà il nuovo album, Discoteca Rock. Ascolterete anche questo. Eseguono canzoni in italiano. Dense, leggere, impreviste, monumentali. Piene di ritornelli, malinconie e balli.

Da Quagga
I Da Quagga sono una band nata a fine 2016 composta da 4 elementi (voce, basso, chitarra e batteria), la loro musica è un mix di hip hop / funk e rock. Così come il quagga era un animale metà zebra e metà cavallo i “Da Quagga” hanno nel nome la voglia di unire , sperimentare e intrecciare stili diversi per farli diventare parte di un’unica musica. ‘Istinto’ è il nome del loro primo progetto e lo potete trovare disponibile sia in copia fisica che in streaming su spotify!

Mondo Frowno
Sono una band di Trento composta da Alessandro (Voce/chitarra), Stefano (basso) e Mauro (batteria). Suonano insieme da gennaio 2015. A marzo dello stesso anno viene pubblicata la loro prima canzone “I’ll be the Rain” e inizia l’attività live con numerosi concerti in trentino e fuori regione. In due giorni di agosto registrano il primo Ep autoprodotto di 4 brani, intitolato “MNDFRWN”, che viene pubblicato a settembre in free download. A marzo 2016 viene pubblicato su cd “Mndfrwn”. A maggio 2016 suonano nel leggendario Cavern Club di Liverpool. A dicembre 2017 vincono il concorso “Suoni Universitari” e viene pubblicata online “Todo”, una collezione di brani contenente l’EP ‘Mondo Frowno’, Demo e registrazioni casalinghe. Nel corso degli anni hanno suonato numerosi live. Tra i più importanti, oltre al già citato concerto al “Cavern Club” di Liverpool, l’apertura per artisti come Joe Lally (Fugazi), Marta Sui Tubi, Willie Peyote, Gazzelle e Colombre. Al momento stanno lavorando ai brani che andranno a comporre il loro primo full lenght.

Il Re Tarantola
Il Re Tarantola è il nome del progetto lo-fi/indie/rock/alternativo di Manuel Bonzi, cantautore di Piancogno (Brescia).
Perennemente in tour, con più di 200 concerti alle spalle, alcuni dei quali condividendo il palco con: Caparezza, Tre allegri ragazzi morti, Marta sui tubi, Simone Cristicchi, I Cani, Il pan del diavolo, Frank Turner, Ezra Furman, Dimartino, Aucan, The Cyborgs e tanti altri, apprezzatissimo dalla critica e forte di una fanbase consolidata e in crescita, è una delle realtà di punta dell’indie italiano. Dopo due album, “Il nostro amore sa di tabacco” (2011) e “Il nostro tabacco sa d’amore” (2014) e l’EP “L’artista irrimediabilmente nella merda” (2016), prodotto da Pietro Paletti, il 16 Febbraio 2018 pubblica il terzo disco ufficiale, in anteprima per RockON.it. 10 nuove canzoni che parlano di sfiga e di altre cose.

Lukino Ungawa (Rare selection from golden age of rock’n’roll!)
Lukino Ungawa è cresciuto con la passione per il rock & roll nel sangue, ed è presente sulle console di mezza Europa e oltre dagli inizi degli anni 90. Da sempre coinvolto negli eventi più importanti della scena rock n roll Italiana e internazionale in veste di deejay (Summer Jamboree, Voodoo festival, Tiki Oasis S.Diego, Rocket Room di Stoccolma, Get the Rhythm festival, Cotton Club di Londra, Festival beat Salsomaggiore, Summer Surf festival Livorno, Shout festival, Moondog festival ecc..) si propone con una console personalizzata in stile tiki dove dalle puntine dei giradischi vi farà arrivare le vibrazioni dei suoi 45giri che spaziano principalmente dai primi 50s alla metà 60s (Rockabilly, Jump Blues, Doo Wop, Soul, Mambo, Jungle Exotica, Surf, and rare instrumental..). Dal 2005, senza mai abbandonare la console, ha portato avanti il suo progetto “Ungawa! Tiki bar” (primo tiki bar in Italia) da cui sono passati i nomi più importanti della scena underground internazionale. Lukino con la sua musica adrenalinica è quello che serve per accendere un vero rock & roll party! Let’s get wild!!!
NO MP3! NO PC! NO CD! ONLY ORIGINAL VINYLS 45RPM

Nic Fabris
Si è fatto le ossa in quel di Trento per poi andare a conquistare la Spagna, dove per sei anni ha portato in lungo e in largo i suoi dj set electro-indie. È alla quarta presenza al Sound Vito: primo perché non c’è tre senza quattro, secondo perché fa ballare anche i tavoli!

Ricordando le bands già confermate

Per i Backyard Babies non occorrono tante presentazioni. I rockers svedesi, capitanati da Nicke Borg, porteranno una setlist con i migliori pezzi della loro discografia insieme agli estratti dell’ultimo ‘Four By Four’, già un classico per i fans della band, lanciato dal mega singolo ‘Th1rt3en Or Nothing’ (qui il videoclip).

I Giuda nascono nel 2007, dalle ceneri ancora ardenti dei Taxi, band punk-rock di culto della scena romana nei primi anni 2000. Fin dall’inizio il loro sound è pieno di riferimenti all’epoca prepunk dei primi anni ’70, l’era del glitter rock quando suonare era soprattutto una questione di colossali riff di chitarra, atteggiamenti appariscenti, sperimentazioni sonore e divertimento allo stato puro. Il loro nuovo singolo è uscito il 30 marzo per Rise Above Records‘Rock’n’Roll Music’. Il 7”, che uscirà sia in digitale che in vinile e che la band presenterà al Lexington di Londra il 6 e 7 aprile prima di partire per un tour mondiale, è stato registrato interamente dal vivo e in analogico.

I Rumatera sono di origini veneziane riesce ad unire la proprie tradizioni e dialetto nella musica punk rock di matrice californiana 90’s style. Lo scorso la band ha pubblicato l’album intitolato ‘#Ricchissimi’lo scorso anno e da poco è stato rilasciato il nuovo Ep ‘Ciao Bella’. I punk rockers festeggeranno i loro 10 anni di carriera proprio al Sound Vito 2018.

Pinguini Tattici Nucleari nascono (per caso) nel 2012 (che casualmente corrisponde all’anno di inizio carriera di Van Basten) e sono capitanati da Riccardo Zanotti nonchè il principale compositore delle canzoni, Nicola Buttafuoco “il Cotoletto”Elio Biffi “Bandolero Seducente”Lorenzo Pasini “Cosa?”Simone Pagani “Perditore di targhe” e Matteo locati “Tamagotchi”. L’esordio discografico risale al 2012 con l’EP ‘Cartoni Animali’, seguito nel 2014 dal primo disco ‘Il Re è Nudo’ e nel 2015 da ‘Diamo un Calcio all’Aldilà’. Nell’aprile 2017 esce il loro ultimo disco, intitolato ‘Gioventù Brucata’, un mix caleidoscopico di generi e tematiche che fin da subito ottiene un ottimo riscontro di pubblico e critica.

Joe Victor nasce nel 2014. Inizia suonando principalmente di notte, nei locali di Roma per un anno riuscendo a ricreare le atmosfere dei concerti fatti di sudore, posti piccoli, alcol e balli. Joe Victor non crede nelle definizioni di genere, ma che la scrittura musicale sia un percorso casuale e fantasioso che si basa sul gusto e sul sogno; non ci sono stili musicali o sonorità da preferire. Nel 2017 registra il suo secondo lavoro in studio con Matteo Cantaluppi; il disco si chiama “Night Mistakes”, è stato pubblicato in ottobre 2017 da Bravo Dischi e distribuito da Believe Digital. Uno show imperdibile ad alto tasso di Disco Folk Genial!

Giancane è un artista romano dal grande senso dell’umorismo e dalla chiara vocazione country. Come un cowboy metropolitano, si aggira per le vie della città: la sua chitarra è carica a pallettoni country folk e rock’n’roll, che il cantautore usa senza pudore. Il 16 giugno 2017 esce “Limone”, il primo singolo estratto dal nuovo disco di inediti. Il video, prodotto da Chef Rubio, con la sua società di produzione audiovisiva indipendente Tumaga, e Image Hunters, apprezzata film company romana, supera le 95.000 visualizzazioni in quattro mesi. “Ansia e Disagio” è il titolo del nuovo disco di inediti, uscito il 24 novembre 2017 per Woodworm Label.

I rockers veneti The Broken Dolls sono attivi nella scena tricolore e ad oggi hanno rilasciato l’ottimo Ep ‘Carillon Infernale’ (qui la recensione) nel 2016. I Superhorror sono tra le band pià energiche del panorama horror rock italiano, attivi dal 2005 con il moniker di Superhorrorfuck, cambiato nel 2016 dopo una sorta di rinascita a seguito dell’assestamento di line-up. I Mr. Woland sono una band rock ignorante con attitudine punk e glam, una spruzzata di Motorhead e una di Turbonegro, senza dimenticare la melodia dei Ramones.

About Francesco Chiodometallico 11110 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà in ambito Metal / Rock, nell'organizzazione di eventi ed è anche speaker su Metal Maximum Radio. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"