Sator: in uscita il debut album, ecco i dettagli e un brano in anteprima!

Taxi Driver Records annuncia l’uscita del disco d’esordio della band doom/sludge genovese Sator, disponibile dal prossimo 16 Febbraio. Con l’omonimo titolo ‘Sator’, 45 minuti di doom sludge psichedelico, sarà dapprima disponibile tramite i bandcamp della band e dell’etichetta. Il formato fisico del disco, in vinile 12″ colorato edizione limitata 200 copie, uscirà in Aprile.

‘Sator’ è stato registrato e masterizzato tra Gennaio e Febbraio 2014 al Valium Studio di Genova. L’artwork di copertina è tratto da un’illustrazione di PamArt. Questa la tracklist:

  • R.Sparrow Is Coming Back
  • Pneumonia
  • Last Breath
  • Erased

Come apripista la band ha scelto il singolo ‘Pneumonia’ di cui è stato realizzato un videoclip che potete visionare dal player sottostante.

L’idea dei Sator è di suonare un doom/sludge con una spiccata influenza psichedelica, spaziando e sperimentando, dando origine a pezzi in alcuni casi più tradizionali, lenti e martellanti mentre in altri più dinamici ed esplosivi, con il fattore comune del suono pesante, sporco, cupo ed ossessionato con un cantato oscuro e profondo che non lascia speranze.

SATOR-COVER-LP

I Sator si sono formati nella primavera 2013 da un progetto di Mauro (chitarra), Valerio (basso e rantoli) e Michelangelo (batteria), tutti con precedente esperienza musicale alle spalle. Mauro (Kafka, Downright, Stalker, Loosers Parade) dopo lo scioglimento degli Stalker voleva portare avanti un processo simile estremizzandolo. Valerio e Michelangelo provengono da gruppi hardcore/post-hc (Effetto Larsen prima e attualmente Majak) ma il primo ha sempre avuto il pallino del doom, mentre Michelangelo in principio scettico sulla “fangosa lentezza” del genere, si lascia sedurre velocemente dal sound granitico.

Sator (in latino seminatore, produttore, padre) dà origine a Saturno, inteso come divinità, al quale venne profetizzato che uno dei suoi figli lo avrebbe un giorno spodestato, alchè lui decise di divorare tutta la sua prole. L’umanizzazione tipica degli dei dell’antichità con i loro difetti tutt’altro che divini, ha dato spunto alla band per il nome, a simboleggiare uno specchio dell’umanità che divora se stessa per i propri interessi personali. Non ne escono canzoni di denuncia, ma un esorcismo della situazione senza speranza che contraddistingue il genere umano.

SATOR-FOTO-PROMO

About Francesco Chiodometallico 11001 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà in ambito Metal / Rock, nell'organizzazione di eventi ed è anche speaker su Metal Maximum Radio. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*