RUXT – Behind The Masquerade

7 Febbraio 2017 Off Di Benedetta Kakko

Di recentissima creazione, i Ruxt nascono con lo scopo di un ritorno alle origini che ha influenzato il solido background dei suoi musicisti e componenti. ‘Behind The Masquerade’ è, perciò, il loro primo album aperto da un ‘Intro’. Seguono i riffs duri e cadenzati di ‘Scare My Demons’ che sostengono un mood coinvolgente sul quale si esibiscono corde vocali che ricordano molto quelle di Jorn Lande. ‘Soul Keeper’ è una traccia irrompente e un bel cambio di tempo favorisce l’assolo nella parte finale. L’intro rock di ‘Spirit Road’ viene sospeso per un cambio di tempo lento fino a lasciare spazio all’assolo.

Il corpo della ballad ‘Forever Be’ è formato  da tappeti melodici intensificati dall’entrata del comparto ritmico. Traccia intensa quanto la successiva ‘Where Eagles Fly’ nella quale la voce è accompagnata dalla chitarra ,interpretando una prima parte con maestrìa ed espressività. Successivamente, con l’introduzione della sezione ritmica, viene esaltata anche da elementi melodici. ‘Lead Your Destiny’ è puro heavy rock con il quale scatenarsi, impreziosito da un assolo velocissimo. Elementi classici introducono ‘A New Tomorrow’ dandole lo stampo di una ballad AOR malinconica. I patterns moderni di ‘Daisy’ catapultano in un tipico sound “on the road”con il risultato di un’altra traccia di alto calibro.

A toccare l’animo in profondità è ‘Life’, mentre riffs più corposi scandiscono ‘Between The Lies’. I tratti epici del synth armonizzano un brano già di per sé notevole. ‘Forgive Me’ è una semi-ballad che, aprendosi, sprigiona emozioni e pathos soprattutto nella parte centrale rapita da un assolo pregevole. ‘Madness Of Man’ riprende, in toni più pacati, la grinta dell’album senza scadere nella mediocrità. La chiusura dell’album è affidata alla bellissima ‘Soldier Of Fortune’, dalla base classica e dal songwriting profondo.

‘Behind The Masquerade’ non è un album scontato, è originale, ben suonato, a tratti esplosivo. E’ un album coinvolgente che si lascia ascoltare più volte, ma soprattutto è un album completo che ben sa amalgamare quel ritorno alle origini di cui si scriveva inizialmente.

A cura di Benedetta Kakko Delli Quadri

  • Band: Ruxt
  • Titolo: Behind The Masquerade
  • Anno: 2016
  • Genere: Hard n’ Heavy Metal
  • Etichetta: Diamonds Production
  • Nazione: Italia

Track List:

  1. Intro
  2.  Scare My Demons
  3.  Soul Keeper
  4.  Spirit Road
  5.  Forever Be
  6.  Where Eagles Fly
  7.  Lead Your Destiny
  8.  A New Tomorrow
  9.  Daisy
  10.  Life
  11.  Between The Lies
  12.  Forgive Me
  13.  Madness Of Man
  14.  Soldier Of Fortune