PSYCHOS Release Party: il reportage della serata!

Andy “Psycho” Romi

Scrivere live reports ad una certa distanza di tempo dall’evento a cui ho preso parte sta ormai diventando una mia tradizione personale, tanto involontaria quanto piacevole; mi permette di ripercorrere serate dense di musica e di emozioni anche quando la loro eco si è già dissolta, riportandole alla memoria di chi c’era mentre le racconto a chi non ha potuto partecipare. Così mi ritrovo, a Febbraio inoltrato, a tracciare il resoconto del release party che gli Psychos hanno realizzato il 16 Dicembre 2012, al Centro Musicale Soundy di Badesse (SI), per il lancio del loro secondo cd ‘Sol#’, già recensito da Suoni Distorti Magazine.

Una sala raccolta, un bel palco già allestito ed un grande schermo montato sulla parete dietro di esso hanno accolto il pubblico composto dai fan del gruppo e da vari ospiti. Senza troppi indugi, gli Psychos hanno indossato gli abiti di scena e si sono messi all’opera per proporre quasi per intero la loro ultima fatica, mentre sullo schermo alle loro spalle venivano proiettate alcune tra le immagini più belle della loro storia live. Il capitano della triade, Andy “Psycho” Romi, è stato un vero e proprio mattatore, interagendo continuamente con il pubblico per coinvolgerlo ad ogni brano, magistralmente sostenuto dal suo secondo, il bassista e seconda voce Giulio Bizzarri, con la complicità discreta ma sempre efficace del batterista Luca Di Stefano. Impresa non facile ma ben riuscita, vista la corposa scaletta in programma che ha tenuto impegnati band e platea per quasi due ore di spettacolo.

Oltre ai brani estratti dal nuovo album, quali ‘Sol# Minore’, ‘Tutto o Niente’, ‘Odio’, ‘Tempo’, ‘Credere’, gli Psychos hanno regalato ai loro fan diversi stralci del precedente lavoro, tra cui ‘LSD’, ‘Ricordi’ (title track del cd), la sempre bella e controversa ‘Ascoltare’ e l’intensa quanto delicata versione acustica di ‘Ancora Per Te’, presente in questa nuova veste anche nel full lenght.
Grandiosa secondo me la cover de ‘Il Chitarrista’ con il gruppo che omaggia l’indimenticato Ivan Graziani e non male nemmeno la cover di Battisti, ‘Eppur Mi Son Scordato Di Te’, che ho apprezzato nonostante la mia ormai nota e pubblica avversione alla presenza di questo artista nel repertorio degli Psychos (non me ne vogliano troppo i “battistiani” di ogni età, questione di opinioni).
Giulio Bizarri
Luca Di Stefano
Simpatica la distribuzione di gadgets con cui Andy ha premiato chi, tra i presenti, aveva indovinato quali fan della band hanno preso parte alla registrazione dei cori di ‘Tutto o Niente’, intelligente escamotage studiato
dai tre musicisti per coinvolgere i loro fedelissimi nella realizzazione dell’album. Degna di nota, infine, la trascinate intromissione del rock d’eccellenza con ‘Born To Be Wild’, degli Steppenwolf, che ha strappato più di un applauso in chiusura di una scaletta tutta italiana.

Insomma che piacciano o no, con o senza le piccole pecche che il gruppo ha ancora da sistemare, gli Psychos sul palco riescono sempre ad emozionare, regalando al pubblico uno spettacolo coinvolgente e gradevolissimo. Mi sarebbe piaciuto vedere tra il pubblico una presenza più nutrita di musicisti senesi che continuano ad essere, purtroppo, troppo poco coesi e troppo poco presenti alle serate altrui. Continuo a sperare che prima o poi questo “scoglio” verrà superato; vista la grande qualità che i rockers senesi sanno dimostrare quando producono musica, sarebbe davvero bellissimo se riuscissero ad essere altrettanto grandi per supporto e sostegno reciproco.

Per chi volesse assaggiare i passaggi più significativi del release party, lascio qui alcuni video da visionare, salutando gli Psychos con l’augurio di rivederli presto ad animare un altro palco.

a cura di Ella May

About Francesco P. Russo 11307 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà in ambito Metal / Rock, nell'organizzazione di eventi ed è anche speaker su Metal Maximum Radio. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*