Orchestra Esteh: è uscito il triplo album ‘The Other Side B’, ecco i dettagli!

dettaglio sealE’ da poco uscito ‘The Other Side B’, il nuovo triplo album di Orchestra Esteh, progetto dietro al quale troviamo l’artista Vinz Notaro, rilasciato tramite l’arcael’arco edizioni. Lo scorso Dicembre vi riportammo un estratto audio.

‘The Other Side B’ è una raccolta di composizioni inedite di Orchestra Esteh, che non hanno mai trovato posto nella discografia ufficiale e comprendono brani scritti a partire dal 2003 fino alla fine del 2014. Il lavoro è concettualmente tripartito: il primo CD, ‘The Lost Electro Suite’, contiene composizioni di matrice elettronica-sperimentale, scritte dal 2003 al 2010; il secondo CD, ‘The Lost Fusion Suite’, contiene tracce basate su linee di chitarra elettrica, e raccoglie materiali jazz-fusion scritti nel breve periodo 2003-2007; il terzo e ultimo CD, ‘Visions, Revisions and Oracles’, contiene invece le più recenti sperimentazioni di Orchestra Esteh, scritte a partire dall’uscita del libro/CD ‘Dreamworking/Suon Sacro Sogno’ (2012, l’arcael’arco), con l’ormai consolidato intento di tracciare una via mistica alla musica. Quest’ultimo disco fa da preludio ai successivi sviluppi, presentando le attuali ricerche in ambito vocale e l’introduzione di nuovi sistemi armonici.

Image

Il package di grande formato (33×33 cm chiuso, 33×66 cm aperto, realizzato con carte pregiate, bianca iridescente e nera) e il sigillo in rame, rendono questa edizione un vero gioiello. La tiratura è limitatissima: 33 esemplari, firmati e numerati da 1/33 a 33/33, contenenti 3 CD e un dipinto originale, diverso per ogni copia, realizzato con colori metallizzati su carta nera. ‘The Other Side B’ è da adesso disponibile sullo shop del sito. Il costo delle copie aumenterà man mano che la tiratura verrà esaurita. Di seguito ecco le tracklists:

THE LOST ELECTRO SUITE

  1. Lost in the stars for a cold dissonance 5.56 (2010)
  2. Deconstruction A 4.20 (2004)
  3. Deconstruction B 2.41 (2004)
  4. Kal-bub61d 6.20 (2005)
  5. Maniac Morbid Melancholy 4.18 (2004)
  6. Nihil 2.03 (2004)
  7. Sorry (no one diamond for L.) 5.22 (2009)
  8. Extratification 4.29 (2005)
  9. Lost in dissonances for a cold star 1.52 (2004)

THE LOST FUSION SUITE

  1. Criminal intro 0.24 (2004)
  2. Bnuxuxa 0.58 (2005)
  3. Jazz Joke Jizz 10.38 (2006)
  4. Eremita III 3.00 (2004)
  5. Non-sense ritual 1.34 (2007)
  6. Discordant fragments 3.13 (2004)
  7. The secret ballad 11.00 (2003)
  8. Intimate 4.07 (2005)
  9. The hidden end 2.48 (2004)

VISIONS, REVISIONS AND ORACLES

  1. Flere incipere* 11.21 (2013)
  2. Sorry not sorry (the imagined hanging) 6.44 (2014)
  3. Invocation of Hekate** 3.35 (2013)
  4. Opus Neapoli Inferae Dicatum (outro extended) 5.26 (2013)
  5. Phalaenae Nigrae II*** 3.31 (2014)
  6. Averno recording session 3.00 (2013)
  7. Solfatara recording session 1.30 (2013)
  8. HDHM (Daemonic Choir) *** 3.33 (2014)
  9. Winter Solstice** (Canone inverso for Lur) 3.31 (2014)
  10. Quando Anima Melancholico Humore Impulsa**** 5.56 (2014)
  11. The qliphotic scale***** 8.37 (2014)

*Track excerpted from ‘Ad Imperium Somniis’, next release.
**Instrumental excerpt, next release.***Revisions from ‘Dreamworking’.
****Latin lyrics by H. C. Agrippa, from the ‘De Occulta Philosophia’ (1531).
*****Introduction to the harmonic system based on the number 11.

All musics written and performed by V. Notaro
All voices by NXL and the Daemonic Choir
© Orchestra Esteh 2003/2015
ESTEH IMPERAT!

Image

www.estehimperat.com / facebook.com/orchestraesteh

About Francesco Chiodometallico 11001 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà in ambito Metal / Rock, nell'organizzazione di eventi ed è anche speaker su Metal Maximum Radio. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*