‘NJAMAI’ (III edizione) – il reportage dell’evento!

27/07/2012: Quest’anno il ‘Njamaì arriva alla sua terza edizione.

L’evento è una festa musicale creata da un gruppo di amici del luogo (Cetraro, sulla costa tirrenica cosentina) con l’intento di divertirsi regalando alcuni ascolti musicali di ottima fattura a chiunque prendesse parte all’evento. Passando in rassegna sia pezzi propri che cover che abbracciano più generi musicali; dal jazz/fusion fino al Rock ed affini, con tante sfaccettature sonore.
A tutto ciò sono unite alcune video proiezioni e da quest’anno anche la diretta in streaming. Questa edizione, oltretutto, vede una collaborazione di Suoni Distorti Magazine.
In un paese come Cetraro, bello e solare ma sempre un piccolo centro con tutto ciò che ne consegue, in bene ed in male, non è cosa molto facile creare simili eventi con l’accordo di tutte le parti “tirate in causa”, eppure questi ragazzi (gli stessi del SudConscio Lab) ce l’hanno messa tutta, riuscendo a portare avanti questo interessante progetto del ‘Njamaì, (sponsorizzato dai locali ‘Bar Oscarino’ e ‘La Paninoteca’), oltre che altri simili eventi che prendono piede sul suolo paesano durante l’anno.
Eventi non colossali o di portata nazionale, ma costituiti da un’unione di grandi e sentite passioni di tutti gli organizzatori, volendo dare una “botta” artistico-musicale quanto più forte possibile, creando situazioni interessanti e gradevolissime.

Dunque, prima di parlare di questa edizione, ci tengo a chiarire il significato letterale di “‘Njamaì“, che sarebbe un “giochetto” verbale costituito dal termine dialettale cetrarese, appunto, indicante “ci dobbiamo andare” (‘ngiamaì), con all’interno la parola “jam“, visto che l’evento, non è altro che una jam session ingrandita, dove viene messo spazio libero a chiunque voglia prenderne parte, e con l’occasione scambiarsi idee musicali, tecniche e stare insieme in maniera piacevole ed uniti dalla passione per la musica.

Montato il palchetto nel corso principale del paese, viene tutto allestito in maniera ottimale, e teniamo conto che ogni preparazione vede l’impegno ed il supporto esclusivo dei citati ragazzi, senza aiuti esterni, quindi un’organizzazione prettamente autonoma ed indipendente.
Dopo il sound check e le varie regolazioni del caso ci si concede giusto il tempo di fare un boccone al volo…..

Si apre la serata con uno spazio solistico a cura di Marcello Ciampa (uno degli organizzatori principali) e la sua chitarra: con l’ausilio della loop station, il musicista crea atmosfere soft con testi in italiano che cercano di rompere il ghiaccio tra l’evento e la gente presente (ancora non molta, ma sono solo le 21:30 circa).

Creando una soluzione cantautorale folkloristica che ritengo valida ed interessante.
Subito dopo di lui prendono posto sul palco alcuni musicisti jazz provenienti da Belvedere (CS).
Il gruppo vede la presenza di chitarra, vibrafono e basso con inserzioni di batteria qua e la, riuscendo ad allietare la presenza dei presenti, che durante questa esibizione aumenteranno di numero. I pezzi proposti sono propri e toccano dal free jazz alla classica fusion, pezzi soft ma con una loro energia. Oltretutto una maniera per accompagnare gli avventori durante le loro consumazioni presso i due locali vicini .

Cambio di “scena”, ed aumento degli spettatori, passando a sonorità più movimentate con una formazione cetrarese dedita ad un rock leggero influenzato dagli anni 60/70, di fatto tra alcune canzoni proposte sono presenti cover dei Lynyrd Skynyrd e Creedence Clearwater Revival.
La gente inizia a smuoversi accompagnando l’esibizione con gradita partecipazione, palesando che la musica proposta sia stata molto gradita!

Altro cambio e ci si ritrova davanti un’altra formazione cetrarese, promonitrice di song dai vari gusti, spaziando dal free jazz al rock, fino a certi ritmi ballabili. Si susseguono alcuni musicisti sul palco che toccano varie soluzioni, così da riuscire ad “accontentare” un pò tutti i gusti… sino ad arrivare ad un gruppo cosentino che sfoggia alcuni pezzi prettamente rock.

Conclusione affidata ad una bella jam session condotta da musicisti di Paola, Cetraro (entrambe in provincia di Cosenza) e Cosenza stessa, dove hanno preso piede sonorità blues/rock dal sapore a volte alternativo e per alcune sfaccettature, etnico. Non si poteva concludere in maniera migliore! Insomma, sonorità, come già detto, prese da varie correnti musicali, senza la pretesa di colpire in particolar modo ma semplicemente suonare per divertirsi e facendo divertire.
Buono il riscontro del pubblico sia sul luogo che in diretta streaming, dove siamo stati disponibili ad interagire con chi ha seguito l’evento da fuori regione, grazie all’ausilio della tecnologia. Non avrei mai pensato di trovare gente dietro al pc che seguisse l’evento fino alla fine (ossia fino alle 2:30 circa della notte). Pubblico abbastanza soddisfatto, nessun contrattempo o problema tecnico ed una serata trascorsa in maniera davvero piacevole. Tutte le caratteristiche per poter dire, un bell’evento da consigliare agli amici!

Purtroppo non sono a conoscenza di tutti i nomi dei musicisti che hanno preso parte all’evento, ma tra gli altri annovero: Marcello Ciampa, Luciano Longo, Marco Magnelli, Antonio Carluccio, Dario Mulunia, Francesco Spinelli, Oscar Del Trono, Stefano Bruto, Emanuele Lo SardoRoberto Bianco, Pier Luigi Avolio, Francesco Formoso, Paolo PietrantonioAntonio Lo Canto ed altri validi musicisti…..

In regia Andrea Grosso Ciponte, Cosimo Galasso e Francesco ChiodoMetallico (di Suoni Distorti Magazine ed Italia Di Metallo), riprese a cura di Andrea Grosso Ciponte e Devi Lakshmi, fotografia a cura di Cosimo Galasso ed Emanuele Lo Sardo (il quale ha concesso le stesse per questo reportage)

Da sottolineare anche la cortesia dei gestori dei locali/sponsor, la giovialità presente tra tutti i musicisti ed un sano spirito di collaborazione in generale!

 A me non resterà che un bel ricordo di questa bellissima serata, e consiglio vivamente a chiunque si trovi nella zona l’ultimo Venerdì di Luglio, di prendere parte all’evento. Passate se potete e venite a divertirvi al ‘Njamaì!
 Alla prossima!

a cura di Francesco ChiodoMetallico

About Francesco Chiodometallico 10574 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà underground in ambito Metal / Rock e nell'organizzazione di eventi. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*