Motley Crue: Tommy Lee aggredito dal figlio 21enne, “Il mio cuore è spezzato!”

Situazioni movimentate in casa Lee. Stando a quanto riportato da Brandon Lee – figlio del celebre Tommy (Motley Crue), sulla testata americana TMZ, il batterista sotto effetto di alcol sembra abbia provato ad attaccare il figlio che – in tutta risposta – si sia difeso colpendo in viso il padre.

Tommy Lee, dal canto suo, sostiene di esser stato aggredito dal figlio ubriaco, entrato nella sua camera da letto dove, il musicista, riposava insieme alla moglie.

L’evento è accaduto lo scorso Lunedì sera (ora locale) in casa di Tommy Lee, dove, intorno alle 22:45, la polizia si è recata dietro chiamata stilando una relazione sull’accaduto ma senza trarre in arresto nessuna delle parti.

Come riporta il rotocalco People, il 52enne Tommy Lee è stato portato in ospedale per dei controlli. Lo stesso, tra l’altro, ha pubblicato su Instagram la foto del labbro gonfio – poco dopo eliminata – accompagnata da una didascalia triste per l’accaduto: <<My heart is broken. You can give your kids everything they could ever want in their entire lives and they can still turn against you>>