MIKE LEPOND’s SILENT ASSASSINS – Silent Assassins

MIKE LEPOND’s SILENT ASSASSINS – Silent Assassins

untitled

Mike LePond, noto come il talentuoso ed estroso bassista dei Symphony X, propone un side project maturato nel tempo, interamente ideato e e scritto da lui.

Si avvale di collaboratori come Michael Romeo, Alan Tecchio e Mike Chlasciak dei quali va molto fiero in quanto hanno saputo interpretare molto bene le sue idee. Ogni brano ha un tema diverso, ma il songwriting è legato da un unico filo conduttore, cioè la grande passione per la Storia.

In apertura, ”Apocalypse Rider”, cavalcata old school dalla struttura heavy / thrash. Segue “Red Death” dal sapore orientale, atmosferico e coinvolgente ispirata al racconto “La Maschera Della Morte Rossa “ di Edgar Allan Poe.  “The Quest” è dedicata all’omonima fortezza giudaica, raggiunta dai Romani e teatro di un terribile suicidio di massa da parte del popolo giudaico di fronte a una sicura  sconfitta, caratterizzata da un intro medioevale che si evolve in riffs classici accompagnati dagli archi, presenta un interessante break dal sapore iberico. “The Outsider“ è un’impronta di Heavy ricca di cambi di tempo e di assoli galoppanti, ispirata al racconto di H.P. Lovecraft. ”Masada” è una semi-ballad profonda che poggia su riffs classici  ed elementi  orientali dati dall’ambientazione storica.

Curiosa è la scelta del moniker: I Silent Assassins sono assassini e guerrieri senza nome, senza provenienza il cui unico scopo è quello di agire. Ad essi sono  dedicate Art Cover e seguente title track, brano glorioso, pieno di carica e con un assolo velocissimo il cui songwriting è un omaggio ai Greci, assassini silenziosi, che assediarono la città di Troia grazie all’ingegnoso cavallo. Asce fendenti, cori epici e assoli incrociati rendono interessante “Ragnarok”, ovviamente rivolta alla battaglia finale tra Ordine e Caos raccontata  dalla mitologia norrena.

“The Progeny” è impostata su un mood gotico a tratti doom e oscuro dalle linee di basso elaborate. Quasi dello stesso stampo è “Oath Of Honor” che esplode in un sound epico in cui gli assoli di basso sono assoluti protagonisti. Nonostante le influenze old school e di band quali i Blind Guardian, il risultato è un album ben strutturato, energetico e originale oltre che ben suonato.

A cura di Benedetta Kakko Delli Quadri

  • Band: Mike LePond ‘s Silent Assassins
  • Titolo: Silent Assassins
  • Genere: Pure Metal/Folk-Viking Metal/Classic Heavy Metal
  • Anno: 2014
  • Etichetta: UDR Music
  • Nazione: USA

TrackList:

  1. Apocalypse Rider
  2.  Red Death
  3.  The Quest
  4.   The Outsider
  5.  Masada
  6.  Silent Assassins
  7. Ragnarok
  8. The Progeny
  9. Oath Of Honor

Il tuo biglietto su TicketOne.it

Concerti Metal - Concerti Rock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: