Lamb Of God: col vecchio nome Burn The Priest rilasciano l’album di cover ‘Legion: XX’!

I Lamb Of God celebrano il ventesimo anniversario con l’uscita di un nuovo album di cover intitolato ‘Legion: XX’. che sarà rilasciato il prossimo 18 Maggio via Nuclear Blast Records. La band pubblicherà la release con sotto il nome di Burn The Priest, loro vecchio moniker dei primi anni novanta.

L’omonimo album di debutto dei Burn The Priest pubblicato sulla Legion Records di Philadelphia, ha documentato cosa fosse, in sostanza, una band punk che suonava metal. Siccome è cresciuto localmente, il quintetto ha deciso di cambiare il proprio nome per evitare di essere associato al metal satanico, scegliendo di chiamarsi Lamb Of God.

Il chitarrista Mark Morton afferma: <<Per comprendere veramente l’essenza della band Burn The Priest, si deve considerare il panorama da dove tutto è iniziato: la metà degli anni ’90. Il grunge e l’alternative music governavano su tutte le frequenze. I social media e internet dovevano ancora assumere il loro ruolo di risorsa collettiva per l’intrattenimento e cambiamento culturale. Era ancora il tempo in cui le fanzine DYI ci facevano conoscere nuove band e scene locali, e per “copia e incolla” si intendeva andare in copisteria e usare la colla stick.>>

Entrando nei loro vent’anni di carriera dalla pubblicazione del loro primo omonimo album come Burn The Priest, la band presenterà un album di cover che rifletterà la grandezza del classico punk, hardcore, crossover e noise – rock che ha contribuito a cosa ora i Lamb Of God – nonché il mondo intero – vedono nell’heavy metal moderno.

‘Legion: XX’ includerà tracce eseguite originariamente dai Cro-Mags, Agnostic Front, Qquicksand, Ministry, Bad Brains, Melvins, S.O.D., The Accused, Big Black e dalla punk band di Richmond Sliang Laos. I brani saranno suonati con l’inequivocabile precisione che ha mantenuto la band vitale per oltre due decenni, e che ultimamente ricorda il suono grezzo e lo stile punk inizialmente esplorato dai quattro studenti del college e cuoco diventato cantante, nei primi anni della loro carriera. Prodotto da Josh Wilbur, il disco presenta la vera natura della band.

Morton aggiunge: <<Il nostro non promettente inizio in qualche modo è diventato qualcosa che nessuno di noi si sarebbe mai aspettato. Le canzoni che abbiamo deciso di coverizzare su questo album riflettono questa storia. Sono punti di riferimento di quel periodo. L’ispirazione che abbiamo ricevuto da queste band e canzoni passa attraverso il nostro lavoro e la nostra ricerca creativa. Grazie a tutte queste band per aver acceso la nostra fiamma e una gratitudine infinita ai nostri fan in tutto il mondo per averla mantenuta viva.>>

I pre-ordini di ‘Legion: XX’ in formato fisico e i bundle con il merchandise sono disponibili da ora Qui!

Oggi, i fan possono vedere il nuovissimo video dei Burn The Priest per il brano ‘Inherit The Earth’, eseguito originariamente dagli Acused, e presente nella nuova release. Il video è stato girato da Travis Shinn e potete visionarlo dal player di seguito:


Queste la track-list e la copertina di ‘Legion: XX’:

  1. Inherit The Earth (THE ACCUSED cover)
  2. Honey Bucket (MELVINS cover)
  3. Kerosene (BIG BLACK cover)
  4. Kill Yourself (S.O.D. cover)
  5. I Against I BAD BRAINS cover)
  6. Axis Rot (SLIANG LAOS cover)
  7. Jesus Built My Hotrod (MINISTRY cover)
  8. One Voice (AGNOSTIC FRONT cover)
  9. Dine Alone (QUICKSAND cover)
  10. We Gotta Know (CRO-MAGS cover)
    Bonus song (solo nell’LP):
  11. In The Meantime (HELMET cover)

About Francesco Chiodometallico 10559 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà underground in ambito Metal / Rock e nell'organizzazione di eventi. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"