Intervista HOT CHERRY

1.”Ciao ragazzi,benvenuti su SDM e grazie per aver accettato questa intervista.”
Grazie a voi!
2.”Ripercorrendo la vostra storia,non mancano momenti quali cambi di lineup e addirittura lo scioglimento della band. Come rinascono gli Hot Cherry?”
Da un gruppo di persone amiche e conoscenti che negli anni hanno seguito le vicende del gruppo mentre cercavo i componenti per riformare il progetto.I primi furono Luca Ridolfi e Nik Capitini in seguito si unirono alla formazione anche Kenny Carbonetto e Stefano Morandini.
Scritta, sembra che sia stata una ricerca facile, veloce, servita.
In realtà dallo scioglimento fino alla attuale line up sono passati anni, prove con altri componenti..
Devo ringraziare chi alla fine ha deciso di dare il suo contributo a tutto dedicando fiducia, tempo ed energie agli Hot Cherry.
3.”Fino ad arrivare alla composizione di “Wrong Turn”,vero e proprio debut album. Quanto c’è del passato e quanto c’è di questa nuova formazione nella sua composizione?”
Del passato?
Lo scheletro.
Del presente e del futuro?La vita.
4.”Soffermandoci sul songwriting,c’è un filo conduttore che lega i testi dell’album?”
Principalmente l’idea era quella di riunire tante situazioni estreme e al limite della normalità in un disco che alla fine ha reso perfettamente la sua anima.Nervosa, oscura, pesante, soffocata dal peso di una realtà romanzata ma non cosí distante dal mondo che circonda ognuno di noi.
5.”E per quanto riguarda l’art cover?”
Per quanto riguarda l’artwork del disco ci siamo affidati alle mani di Gianni Spadoni, un illustratore di indubbio talento.
L’idea era di racchiudere in un contesto urbano particolari soggetti che si ricollegassero ai testi delle canzoni, per creare a livello visivo l’atmosfera desiderata.
Inutile dire che ne è uscito un capolavoro.
Cercateli, ci sono tutti e 9 i pezzi (con un intruso).

6.”Questo “Wrong Turn” è un album decisamente maturo. Siete una band che tende complessivamente ai generi Metal e Stoner Rock,ma indubbiamente sono presenti influenze nel background musicale.Quali sono le vostre ispirazioni?”
Ognuno di noi ha le proprie influenze ma fondamentalmente ciò che le collega tutte è ascoltare quanta piú musica possibile di ogni genere e tipo per non fossilizzarsi troppo su idee che potrebbero risultare poco accattivanti.

Siamo cosí: cinque persone che hanno voglia di suonare e cantare ció che scuote le persone.
Come direbbe Luca:“La musica è culto”.
7.”Progetti futuri?
Sicuramente abbiamo in mente di fare un nuovo disco, stiamo cercando di trovare anche situazioni interessanti per suonare all’estero (e qualche cosa devo dire che ci è arrivata…ma per scaramanzia..non aggiungo altro) ma fondamentalmente avere le nostre soddisfazioni personali e divertirci.
8.”Un messaggio per i vostri sostenitori?”
Ci vedremo presto.
Sopra e sotto il palco.
Potete scommetterci.
9.”Bene ragazzi,rinnovo i complimenti per il vostro debut album. Vi ringrazio ancora per la disponibilità augurandovi il meglio per il futuro.”
Grazie a tutti voi e a te Benedetta!
SPREAD THE MADNESS!
A cura di Benedetta K.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: