Intervista: Diego Cavallotti (Lacuna Coil) ci parla della sua birra Drink ‘Em All!

Oggi abbiamo il piacere di ospitare Diego Cavallotti, il chitarrista dei Lacuna Coil. Il motivo che ci ha portati a fare una chiacchierata, in questo caso, non è la musica metal ma la birra!

Diego, infatti, sta per lanciare la sua nuova Drink ‘Em All, birra artigianale che si promette di conquistare un po’ tutti i palati di voi che state leggendo. Abbiamo colto l’occasione per contattare Diego Cavallotti in un momento di pausa dagli impegni con i Lacuna Coil e scoprire un po’ di più cosa vi sia dietro questa birra e, al contempo, fare due chiacchiere in un contesto estremamente piacevole.

Si terrà anche un festival per la presentazione della nuova birra, ma lasciamo che sia lo stesso Diego a raccontarci tutto…

<<Chiudete gli occhi ed immaginate il profumo fragrante della crosta di pane, il gusto delicato del miele, note floreali ed agrumate, un contrasto ben bilanciato tra dolce e amaro: tutto questo è “Drink ‘em All”, una birra semplice, beverina adatta ad ogni tipo di occasione e momento della giornata.>>

Ciao Diego, benvenuto su SDM. Come l’etichetta vuole, presentati a chi non ti conosce tra i nostri lettori.

Ciao Francesco, ciao a tutti amici di Suoni Distorti Magazine, sono Diego, da circa due anni e mezzo suono assieme alla band metal italiana Lacuna Coil ed oggi anche ideatore del brand della birra “Drink ‘em All”..

Riassumendo in due righe la tua carriera musicale… da musicista alle sagre con gli amici sei passato alla grande svolta con i Mellowtoy, sino all’importante ingaggio attuale con i Lacuna Coil. Diciamo pure una passione che diventa professione, oltre che un sogno che inizia a realizzarsi… Che considerazioni faresti guardandoti alle spalle, da dove sei partito, sino ad oggi nella tua posizione?

A dir la verità, nonostante il tempo ormai che suono professionalmente, ancora faccio fatica a realizzare che non mi sto solo crogiolando in un sogno; una cosa che ho imparato a fare è che cerco di godermi ancora oggi tutto il “pacchetto” come fosse il primo giorno.

Se mi guardo alle spalle, e vedo i risultati che ho raggiunto, facendo sacrifici quotidianamente per la musica, non posso che ritenermi estremamente soddisfatto ed orgoglioso; non capita tutti i giorni di poter fare della propria passione il proprio lavoro. Sono stato fortunato sicuramente, ma d’altronde la fortuna è una delle tante cose che servono per riuscire a realizzare i propri sogni. Sono felice.

A proposito di sogni che si realizzano, stai per lanciare la tua birra ‘Drink ‘em All’, che presenti come “l’invito a brindare ai sogni che diventano realtà”. Mi racconti com’è nata? Nell’ambiente metal sono state già lanciate varie tipologie di birra, da cosa nasce la tua idea di realizzare una birra propria?

Il tutto nasce per gioco, ho avuto una trovata divertente durante un alcolicissimo barbecue di ferragosto di un anno fa.

Mi trovavo nel pub dove lavoro quando non sono impegnato con la band e, volendo fare uno scherzo al proprietario del locale, mentre gli altri stavano tranquillamente banchettando fuori, ho cancellato dalla lavagna uno dei nomi, dove sono segnate tutte le birre presenti nel locale, e mi sono inventato il nome di una birra fittizia solo che, col passare dei giorni, nessuno se ne era accorto di questo scambio fino a quando la clientela ha cominciato a richiederla sempre più frequentemente ed allora dopo un po’ abbiamo deciso di metterne in cantiere la produzione.

Dopo aver trovato il birrificio adatto, ho dato delle specifiche sul come volevo che fosse questa birra e, con l’aiuto di competenti mastri birrai, abbiamo creato qualcosa che si dissociasse da ciò che il mercato offre oggi. Così e’ nata ‘Drink ‘em All’.

Mi sono voluto mettere alla prova e speriamo di aver fatto un buon lavoro, aspetto i vostri feedback!

<<Nel logo un veliero che solca il mare aperto, simbolo per tutti coloro che si esaltano in situazioni di estrema difficoltà e di coloro che non temono le sfide più ardue; ma è anche il simbolo di chi è alla ricerca di un nuovo inizio, una nuova avventura, lasciandosi alle spalle il passato, proprio come il veliero abbandona la terraferma per prendere il largo.>>

Mi descriveresti a parole tue ‘Drink ‘em All’ per quanto concerne il sapore, le rifiniture di gusto e tutto quello che ci dovremo aspettare quando la proveremo? Come viene preparata e chi la realizza materialmente?

‘Drink ‘em All’ è una birra giovane, senza troppe pretese pur avendo un carattere ben definito; è una birra artigianale ad alta fermentazione di gradazione 5,4% . Sono un amante delle birre chiare, fresche e beverine; volevo anche che fosse una birra da bere in qualsiasi occasione e che si adattasse a qualunque tipo di cibo. ‘Drink ‘em All’ è il giusto compromesso tra dolce e amaro, con malti e luppoli europei, assaggiandola sono facilmente riconoscibili i sapori semplici di crosta di pane e miele. Il birrificio artigianale che l’ha realizzata e’ il THE WALL di Venegono Inferiore in provincia di Varese.

Il prossimo 12 Ottobre la birra sarà presentata attraverso un’interessante evento, il Drink Em All Festival, con valide band che, in qualche modo, hanno avuto a che fare con la tua carriera e crescita musicale. Vuoi invitare tutti i nostri lettori alla serata anticipando cosa accadrà all’HT Factory di Seregno?

Si esatto, l’iniziativa, inizialmente pensata esclusivamente a favore alla promozione della birra stessa, mancava di qualcosa… Con l’aiuto di altre persone ho messo in piedi un festival con gruppi della scena underground metal italiana, il tutto (OVVIAMENTE) accompagnato da un sacco di fusti di ottima birra ahah!

Il festival, come hai anticipato, si terrà il prossimo 12 ottobre all’HT Factory di Seregno, ex Honky Tonky, sul palco saliranno band come: D with Us, In-Sight, Ghost of Mary direttamente dal salento, Black Rage e come headliner i Genus Ordinis Dei.

Vi offriamo un festival di ottimo livello, in una location di tutto rispetto, una nuovissima birra di qualità, ingresso gratuito e senza tessere obbligatorie.

Prima di concludere, vista la tua “scalata” riuscita con successo ad oggi, qualche piccolo suggerimento che ti senti di poter dare a chi vorrebbe riuscire nell’ambiente musicale?

Da gran sognatore, l’unica cosa che mi sento in dovere di dire, da quello che ho avuto la fortuna di vivere ad oggi è: chiunque abbia un obiettivo, un sogno, nella vita, sicuramente deve crederci, crederci profondamente ed andare avanti “no matter what”, sbattendoci anche la testa, ricevendo delusioni e collezionando sconfitte… con una buona dose di determinazione e fortuna, le possibilità di fare goal si moltiplicano.


Diego, giunti in dirittura di arrivo non posso che ringraziarti per il tempo che mi hai dedicato, augurandoti sempre il meglio per la tua carriera, per la birra e per tutto quello che desideri. Unendomi a te nell’invitare chi legge a sorseggiare la nuova “Drink ‘Em All”, ti lascio le ultime righe per concludere come preferisci!
A presto e in gamba sempre!

Io ti ringrazio infinitamente per l’opportunità che mi hai dato facendomi quest’intervista.. colgo di nuovo l’ occasione di invitarvi tutti alla prima, spero di una lunga serie, edizione del ‘Drink ‘em All Festival’ il prossimo 12 ottobre all’HT Factory di Seregno. Grazie ai lettori che dedicato cinque minuti del loro tempo a leggere questo articolo e ci si vede on the road…

A presto ragazzi!

A cura di Francesco “Chiodometallico” Russo

Segui Drink ‘Em All su Instagram e Facebook!

About Francesco P. Russo 11718 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà in ambito Metal / Rock, nell'organizzazione di eventi ed è anche speaker su Metal Maximum Radio. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*