Intervista ai Midgard

I Midgard sono una band black metal attiva dagli anni novanta, proponendo anche un album davvero oscuro ed affascinante come ‘Mystic Journey Through The Ages’

All’epoca (parliamo del 1996/98), non essendoci i metodi di sponsorizzazione e comunicazione virtuali di cui oggi si dispone, l’album non ebbe il numero di riscontri realmente meritato. 
Quest’oggi ho il piacere, di mettere la band sotto i riflettori di Suoni Distorti Magazine, portandola a conoscenza dei più giovani e facendola anche riscoprire a quelli un pò più maturi….

Ciao ragazzi, è un vero piacere avervi ospiti su Suoni Distorti. Presentatevi ai miei lettori, soprattutto ai più giovani che magari vi conoscono meno o non vi conoscono affatto…..
Innanzitutto grazie a te per lo spazio concessoci! La nostra band si forma a Prato nel 1995 ed abbiamo all’attivo un demo tape “A New Aeon in Black” uscito nel 1996 che ottenne all’epoca ottimi responsi al punto che ottenemmo un contratto per un full lenght, che vide la luce nel 1998 dal titolo “Mystic Journey Through The Ages” e un promo “MMXI” che ci ha fruttato un altro contratto con ToxicSound Records. 

Ovviamente il cambio stilistico è evidente e siamo passati da un black metal sinfonico ed aggressivo degli anni 90 ad un elektro black che noi stessi non esitiamo a definire futuristico.

Nel ’95, anno in cui vi formaste, il panorama ritengo fosse più genuino ed interessante di oggi. E fu in quel periodo (precisamente un anno dopo) che daste alle stampe il bellissimo ‘Mystic Journey Through The Ages’. Come venne accolto all’epoca l’album?
Riguardo alla scena possiamo dire che anche il solo fatto di far uscire un cd, aveva una valenza maggiore e in tutti casi veniva visto, almeno da gruppi piccoli come noi, come un punto di arrivo. 
D’altra parte oggi con l’avvento del web, chiunque può godere di maggior visibilità indipendentemente dalla proposta musicale. Comunque la scena era sicuramente migliore. 
Riguardo a ‘Mystic…..’, esso è stato sempre accolto benissimo, purtroppo è stato penalizzato da una scarsa distribuzione in primis, ma anche, forse, uscito nel momento sbagliato in cui, almeno qui in Italia, la stampa era impegnata a spingere altri prodotti di “comodo”. A buon intenditor poche parole!!!

Immagino le difficoltà di promozione che incontraste, visto che in quegli anni non c’era tutto questo gran utilizzo del web……
Diciamo che nella scena di allora, si erano sviluppati altri canali di promozione, ovviamente diversi dal web, che chiaramente non esisteva. 

Questi mezzi erano semplicemente un pò più macchinosi e lenti ma non per questo meno efficaci….bastava saperli sfruttare nella maniera migliore.
I Midgard negli anni 90s

Una cosa che ci tengo a chiedervi, come mai vi “ritiraste” dalla scena dopo la pubblicazione di questo buon album? Cosa o chi fu la causa? E che cosa avete fatto in tutto questo tempo?
In tutto questo tempo, non ci siamo certo allontanati dalla musica, ciascuno di noi portando avanti progetti personali più o meno rilevanti. 

L’allontanamento temporaneo dalla scena fu scatenato dal totale sdegno nei confronti di un genere che credevamo onesto al 100% e che invece si rivelò per lo meno per un periodo tristemente inflazionato da inciuci all’italiana della peggior specie……. 
Ora, anche se il sistema fosse rimasto quello, a noi non ci interesserebbe più un cazzo. Siamo cresciuti… e pensiamo solo al nostro!

Come avete visto cambiare l’underground metal italiano in questi anni? Secondo voi cosa si è andato perdendo e cosa trovando?
Secondo noi non si è evoluta granchè, in quanto, nonostante ognuno sia libero di fare ciò che vuole, in giro non vediamo grande propensione al rinnovamento.

Mi di te com’è avvenuta questa vostra unione con la Toxic Sound Records? Come siete arrivati alla decisione di ristampare ‘Mystic Journey Through The Ages’?
Il sodalizio con la Toxic è avvenuto grazie alla comune conoscenza con Wolfdei Gort, che ci ha aiutato a metterci in contatto con loro. La ristampa di ‘Mystic…’ era obbligatoria come primo passo per il nostro reinserimento nella scena, essendo ormai quest’ultimo sold out da tempo. Ci piaceva dare nuovo lustro al nostro cd d’esordio al quale siamo molto legati.

Che sensazioni provate riascoltando l’album a distanza di tre lustri e leggere recensioni nei magazine come quando fu appena pubblicato? Vogliamo metterla come una “rinascita”?
Più che come una rinascita diremo un pò come una rivalsa, perchè come dicevamo prima, secondo noi è un lavoro che meritava l’attenzione che all’epoca per vari motivi venne meno.

Tornando ad oggi, dopo il non aver più il batterista in formazione, stando alle notizie apprese sulla vostra Fanpage di Facebook, vi siete ripresentati al pubblico con un evoluzione sonora. 

Dal black metal sinfonico a quello che voi stessi definite ‘Elektro Metal For Digital Terrorist’. Com’e avvenuta questa evoluzione?
Nel corso di tutti questi anni, oltre ad essere maturati come musicisti, abbiamo anche allargato il nostro campo di ascolti e di influenze. 
Tornare sulle scene dopo 13 anni riproponendo lo stesso sound ci sembrava inutile… 
(e come dargli torto! ndr)

Ho ascoltato alcuni dei nuovi brani che avete messo a disposizione dei fan sulla vostra pagina virtuale, ed ho notato, in questa svolta elettro-industrial, anche alcune influenze da ricercare in band quali Aborym e per certi aspetti i Satyricon di ‘Rebel Extravaganza’. Convenite con me in questo?
Il paragone con i Satyricon ci lusinga, quello con gli Aborym ci sembra improprio visto che non fanno parte delle nostre influenze. 

Spesso ci troviamo ad essere accostati a loro solo per il nostro utilizzo dell’elettronica…. ma a livello musicale non vi è alcuna analogia.

E’ palese che abbiate un certo interesse per l’occulto e l’esoterismo a sfondo satanico. Cosa rappresenta per voi questa filosofia di pensiero? A tal proposito cosa rappresenta per voi la religione in generale?
Il tutto è racchiuso nel testo di “Avantgarde Geburah”…. 

(tratto dal promo 2011 ndr)

Che suggerimento dareste alle giovani band estreme che muovono adesso i primi passi?
Umiltà principalmente! Cercando il più possibile di distinguersi da quella squallida catena di montaggio che ci vuole tutti uguali.

Bene, essendo in dirittura d’arrivo, vorrei chiedervi, se possibile, quali saranno i prossimi passi del vostro cammino?
Intanto ci muoveremo per supportare ‘Mystic…’ al meglio dal vivo. Inoltre stiamo lavorando al materiale che andrà a comporre la nostra nuova opera….

Ragazzi, non posso che ringraziarvi per la disponibilità e la gentilezza. Vi auguro tutto il meglio per l’avvenire! Concludete come meglio preferite l’intervista…. e a presto!
Grazie a te per lo spazio e l’interessamento mostratoci e vi salutiamo nella speranza che la nostra collaborazione con la Toxic si traduca in qualcosa di grandioso…a presto!!!!

Midgard – ‘Mystic Journey Through the Ages’
Per seguire la band:

Facebook, MySpace.

a cura di Francesco ChiodoMetallico
About Francesco Chiodometallico 10559 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà underground in ambito Metal / Rock e nell'organizzazione di eventi. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*