Intervista agli Axiom

Tra le realtà nostrane ho conosciuto ultimamente gli Axiom, una band davvero capace, che ha saputo “giocare” bene con la musica, riuscendola a far diventare realmente personale e mostrando davvero degli ottimi musicisti. Suoni Distorti ha avuto modo di scambiare quattro interessanti chiacchiere con la band, qui rappresentata da Raffahell, il tastierista, per voi lettori………

Ciao Raffahell e benvenuto su Suoni Distorti Magazine! Presenta gli Axiom ai miei seguaci…
Ciao a tutti…io sono Raffahell, tastierista degli Axiom. Siamo una power/prog metal band attiva da circa un decennio, due album all’attivo ed il terzo in arrivo. 

Siamo anticonvenzionali fino all’osso, la nostra musica è un’alchimia di generi ed know-how personali che si fonde in un sound duro e di impatto. Vi invito ad ascoltare i nostri lavori sulle pagine internet della band (di cui, trovate gli indirizzi a fine intervista, come sempre ndA)

Leggendo la vostra biografia ho notato che dalla vostra prima formazione, nel 2004, ad oggi, avete avuto abbastanza movimenti, tra cambi di line up e firme con etichette discografiche, oltre ad aver pubblicato l’ep ‘Metamorphosis’, i due album ‘A Moment Of Insanity’ (2005), e ‘Truths Denied’ (2009) e per finire il video ufficiale ‘A Revolution Inside’ (2010). 
Avete anche avuto parecchie attività live. Ad oggi, cosa avete acquisito con tutte queste esperienze? E cosa credete che vi rimarrà dentro?
Sicuramente è cresciuto l’amore per la musica, e in particolare per il metal. Un piccolo progetto che ci ha portato ad avere una nostra sala prove, una strumentazione di tutto rispetto, una attività continua che rimane in equilibrio tra la passione e la voglia di farlo diventare un lavoro. 
Quello che ci hanno lasciano dentro queste esperienze è, essenzialmente, una ragione di vita da condividere con le persone che ci seguono, con chi oggi inizia un percorso musicale, ma soprattutto con il pubblico che assiste alle nostre esibizioni.

Cosa state facendo attualmente? Non vi si vede nel mercato discografico dal 2009……
Siamo in fase creativa. Stiamo scrivendo il materiale per il nuovo cd. Abbiamo cambiato rotta riguardo la produzione e la successiva distribuzione e pubblicizzazione del cd, che dovrebbe vedere la luce nel 2012. Ciò nasce dalla valutazione riguardo l’attuale mercato della musica: ormai gli spazi sono saturi, si ragiona a tavolino, e a noi ciò non piace. Quindi, per essere competitivi, stiamo preparando delle novità, mantenendoci fuori dalle regole dal mercato convenzionale ma avendo la massima visibilità.

Impossibile non notare nella vostra musica influenze provenienti da più parti. In particolar modo, durante l’ascolto di ‘Truths Denied’, ho trovato una buona base trasheggiante, con forti velature melodiche di matrice progressiva, oltre che inserzioni power ed alcuni momenti presi in prestito dal death melodico. Inoltre in piccole situazioni più classicheggianti ho avuto la sensazione di notare aloni di influenze death ss-iane. 

Dunque un lavoro molto variegato e a dir poco personale. Condividete il mio parere? Cosa vi prefissate quando iniziate a comporre le musiche?
Solitamente abbiamo ben in mente il significato che le song devono avere all’interno del cd. Si parte da un concept e tutto si sviluppa intorno ad esso. 
Le influenze di cui parli sono tutte giuste: ognuno di noi ha un bagaglio musicale proprio che, in alchimia con quello degli altri componenti della band, crea il sound Axiom. 
Cerchiamo di mantenere una coerenza musicale senza limitare la vena creativa di nessun componente. Se proprio dovessimo etichettarci, ci definiremmo una power/prog metal band moderna.

Avete un modus operandi statico, ove vi suddividete i compiti da svolgere progettando anche come dovrà suonare una canzone, o lasciate che alla base ci sia l’istinto partecipando contemporaneamente insieme alla stesura?
Di solito parte tutto da un riff di chitarra o un arpeggio di synth. Se colpisce tutti, allora si inizia a sviluppare la song in maniera molto naturale, correggendo il tiro man mano e aggiungendo gli arrangiamenti successivamente. 

La regola essenziale è quella di non saltare da una parte all’altra del pezzo, lasciando parti intermedie non completate. Questo ci permette di mantenere una coerenza e scorrevolezza nella composizione della traccia. Nel mentre si aggiungono le linee vocali e i solos.

Parlami invece dei testi….chi li scrive? C’è qualche tematica che prediligete in particolar modo?
I testi sono scritti solitamente da me, Walter (batteria) e Isifid (voce) tenendo presente il concept. Successivamente vengono supervisionate dal resto della band e apportate le dovute correzioni. I concept raccontano la realtà attuale vista in chiave onirica e/o fantastica.

Innegabile anche la vostra qualità a livello tecnico, palesando una certa competenza musicale. Ci sono musicisti che vi hanno ispirato durante la vostra formazione?
Ti ringrazio per i complimenti. La tecnica ed il gusto musicale sono cresciuti negli anni grazie alla pratica, l’esperienza e la sperimentazione. 

La nostra ispirazione nasce dall’ascolto dei cd acquistati negli anni e dai live a cui abbiamo assistito. Fortunatamente, ciò che ci rimane dall’ascolto di altra musica, è la spinta a continuare a suonare, creare e divertirci, evitando l’effetto clone che, purtroppo, oggi si sente in giro anche da parte di band blasonate. 
Anche a noi è capitato in alcune recensioni di essere paragonati ad altre band: a noi fa piacere, soprattutto se si parla di nomi grossi e, ovviamente, l’accostamento è un qualcosa di naturale a seconda delle sensazioni che la nostra musica suscita nell’ascoltatore e che probabilmente qualche altra band ha già suscitato in lui. Comunque noi proveniamo da una solida base di thrash, progressive, power, rock e musica classica. 

Domanda forse scontata, però mi piace chiederlo… perchè avete scelto proprio il metal come mezzo di espressione? Cos’ha per voi questo genere che magari altri non riuscirebbero a rendervi?
Io direi: cosa hanno gli altri generi che non riescono ad esprimere quello che esprime il metal? Il metal è la pura espressione della natura selvaggia ed ancestrale dell’uomo. Non rende zombie come certa musica, non hai bisogno di acidi per portare al massimo i tuoi sensi, devi solo chiudere gli occhi per un attimo e, riaprendoli, verrai attraversato da un brivido. 
Questa è la vera essenza del metal. E poi parlare di metal oggi è riduttivo. Il metal ha una nuova dimensione, è diventato collante di vari generi (dalla classica, all’etnica, alla fusion). Non esiste altro genere con potenza espressiva maggiore. 
(sto pensiero è fantastico! ndA)

Ci sono band italiane che hanno riscosso in particolar modo il vostro consenso? Che ascolti suggeriresti a chi sta leggendo questa intervista?
Attualmente io consiglierei Eldritch che hanno ritrovato dopo anni la loro dimensione ed hanno prodotto davvero un bel cd (che ho anche recensito sulla webzine per cui scrivo), gli Empyrios che da poco ho scoperto e che hanno davvero un sound potente e fresco, e naturalmente gli Axiom!

Se qualche intervistatore mentalmente disturbato, vi porgesse una domanda malsana (come per esempio quello di Suoni Distorti), tipo a che piatto culinario e che tipo di alcolico assocereste il Metal? spiegami anche il motivo della scelta…..
Innanzitutto mi fornirei di una camicia di forza… Rispondo io per la band: 

Piatto = pizza perchè è il pasto che solitamente facciamo dopo le prove. 
Alcolico = birra perchè, come sopra, è quello che beviamo prima e dopo le prove!!!

Bene, allontanandoci da situazioni ironiche, cosa ne pensate dell’utilizzo di internet riguardo la musica? Non vi darebbe fastidio sapere che qualcuno in questo momento stia scaricando il vostro album o che qualcuno lo stia mettendo disponibile per il download? Secondo voi un’iniziativa anti-pirateria quale potrebbe essere?
Da musicista e da fruitore di musica io la vedo così: chi è davvero interessato ad avere il cd, non lo scarica dalla rete. Al massimo prima lo scarica per ascoltarlo, e poi lo acquista. 

Questa è la filosofia del vero ascoltatore di musica. Il cd è un oggetto da collezione, quasi un feticcio. La rete aiuta a poter valutare preventivamente un acquisto. Quindi non credo ad azioni anti-pirateria, soprattutto se sono portate avanti da icone della musica (ed evito di fare i nomi) che guadagnano migliaia di euro proprio grazie ad essa. 
E poi, se ricordi bene, quante musicassette ci siamo copiati quando il cd non esisteva ancora? Io sono per la fruizione libera della musica, che ben venga… Internet, i social network, i siti tematici, aiutano le band ad uscire dal ghetto in cui pseudo-produttori e talent-show le relegano a favore di falsi musicisti, false icone e falsi artisti, prodotti solo del consumismo moderno.

Tornando alle vostre attività, mi potete anticipare quali saranno i vostri prossimi passi? Cosa dovremo attenderci dagli Axiom?
Sicuramente il nuovo cd, il video ufficiale e una serie di live in giro per la penisola. Da poco abbiamo tenuto un live al Napoli Rock Festival (vedi foto sopra ndA), presentando in anteprima due song del nuovo cd e, vedendo il pubblico saltare e pogare, oltre a cantare le song di ‘Truths Denied’, ci ha fatto molto piacere e soprattutto divertire…è stato un grande live! Riguardo il cd, ti anticipo che avrà due protagonisti particolari…ma non rivelo altro! Per il video abbiamo invece una bella idea in mente, ma aspettiamo un pò prima di metterla in pratica.

Attualmente, stando alle informazioni prese dalla vostra pagina Facebook, non avete contratti con alcuna etichetta. Volete mettervi all’attenzione di qualche label? Vi lascio lo spazio disponibile per sfruttarlo come meglio credete…..
Beh, con ‘Truth Denied’ abbiamo ottenuto un ottimo riscontro, oltre le aspettative. Vedere ai live il pubblico che canta le tue canzoni ti fa rendere conto che il lavoro ha fatto presa sul popolo metal. Abbiamo avuto proposte da alcune label ma, più che una produzione e/o distribuzione, offrivano un management. 

Purtroppo oggi questa è la formula che viene propinata: produciti il cd, stampalo, paga uno pseudo-management, per ottenere cosa? Una ventina di recensioni su riviste del settore, la vendita di 100 copie e la distribuzione digitale? 
In verità non c’è bisogno di alcun management per fare queste cose. Quello che cerchiamo noi è una distribuzione/licenza in quanto della produzione, grafica e stampa ce ne occupiamo da soli. Quindi, label interessate, fatevi avanti, non siate timide…gli Axiom stanno per sfornare un nuovo, potente cd!

Bene, essendo giunti al termine, ti ringrazio per il tempo speso in mia compagnia, è stata una bella chiacchierata. Vi auguro tutto il meglio per l’avvenire, poichè avete tutte le capacità per potervi creare un roseo futuro. Concludi come volete. Alla prossima!!!
Ringrazio te per lo spazio offertoci, per la simpatia e per i complimenti. Vi auguro di continuare così, di portare avanti questo importante progetto di promozione della musica italiana perchè, senza nulla togliere agli altri paesi, in Italia si fa davvero dell’ottimo metal. Spero di poter rifare una chiacchierata con te per l’uscita del nuovo cd. Un in bocca al lupo per tutto…stay metal!

Axiom – ‘Revolution Inside’
Per seguire la band:

Website, MySpace, FanPage su FB, Reverbnation, Youtube.

a cura di Francesco ChiodoMetallico
About Francesco P. Russo 11328 Articles
Fondatore di Suoni Distorti Magazine e principale creatore di contenuti del sito. Ex caporedattore di Italia Di Metallo, ha collaborato anche con altre realtà in ambito Metal / Rock, nell'organizzazione di eventi ed è anche speaker su Metal Maximum Radio. Il suo motto: "Preferisco starvi sul cazzo che leccarvi il culo!"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*